Assegno di ricollocazione: incentivo per le aziende in crisi 

81

La crisi economica legata al caro energetico e delle materie prime sta compromettendo gli equilibri economici e produttivi di molte aziende di tutto il territorio nazionale. E, purtroppo, una delle decisioni forzate che accompagnano il momento di difficoltà delle aziende è l’utilizzo di ammortizzatori sociali. 

Ma c’è uno strumento di politica attiva che agevola e accompagna la ricollocazione dei lavoratori in CIGS provenienti da aziende in crisi: si tratta dell’assegno di ricollocazione.

Di questa particolare forma di incentivo parla la rubrica L’incentivo del Lunedì a cura di Time Vision di questa settimana.

Perchè è particolare? Perché consente una ricollocazione “serena” e vantaggiosa per tutti i lavoratori delle aziende che vivono un momento di crisi e sono costrette a mettere temporaneamente in cassa integrazione i propri dipendenti.

Ecco i dettagli dell’incentivo.

Cos’è l’assegno di ricollocazione 

L’assegno di ricollocazione per i lavoratori in CIGS è una misura di politica attiva destinata ai lavoratori in cassa integrazione o che operano in un’azienda in crisi. Si tratta di una somma che va da 250 a 5.000 euro spendibile presso un operatore della rete dei servizi per il lavoro per facilitare il reinserimento lavorativo.

Quali sono i vantaggi della misura

Le aziende che assumono i beneficiari dell’assegno di ricollocazione in CIGS vanno incontro a determinati incentivi. Si tratta di un esonero dei contributi:

  • pari al 50% del totale dei contributi previsti
  • ad eccezione dei premi e contributi Inail
  • con un limite massimo di 4.030 euro annui
  • con una durata che va dai 12 ai 18 mesi
  • e con una intensità variabile a seconda della tipologia di contratto di lavoro

C’è, però, anche un ulteriore vantaggio, e cioè la possibilità di cumulare le agevolazioni della ricollocazione con assegno ad altri incentivi all’assunzione ancora validi.

Come, ad esempio, il bonus donna o l’incentivo per l’assunzione di over 50 o percettori di Naspi. 

Per saperne di più: https://www.timevision.it/persone/assegno-di-ricollocazione/