Fumetti, a Napoli una mostra sulle tracce di Mattotti

44

Un percorso attraverso 260 opere, che segue i colori, il cammino artistico di Lorenzo Mattotti. E’ questo “Seguendo le tracce”, la mostra inaugurata oggi al Museo di Villa Pignatelli a Napoli, che resterà aperta fino al 27 maggio. L’esposizione è allestita da Comicon, che ha scelto per la sua edizione 2018 (28 aprile-1 maggio) Mattotti come Magister, per celebrare i primi 20 anni della manifestazione che alla sua prima edizione, nel 1998, dedicò proprio a Mattotti una mostra (“Acrobazie”) a Castel Sant’Elmo. Le “tracce”, percorse dall’autore sono state seguite dalla curatrice Giovanna Durì, con la collaborazione di Simone Mattotti, il figlio del maestro, attraverso un tracciato fatto di storie, immagini e straordinaria passione per il mondo del fumetto e dell’illustrazione. Oltre le tracce visibili, lasciate impresse sulle strade dei grandi progetti, ci sono quelle nascoste nei sentieri che Lorenzo Mattotti ha sempre amato e frequentato. Il tema, ma in questo caso è corretto usare il plurale “i temi”, sono quelli che partono dalla professione, vanno verso la ricerca e approdano alla visione. Così come le opere esposte parlano di vari passaggi, dalla luce all’ombra, dal reale all’immaginario. Mattotti, che vive e lavora a Parigi, sarà a Napoli in occasione del Comicon. Attualmente sta lavorando, anche come regista, ad un film animato tratto dal racconto di Dino Buzzati “La famosa invasione degli orsi in Sicilia”.