Ied, call to creativity

264

L’Istituto Europeo di Design chiama a raccolta creativi e startupper attraverso una “Mobilitazione creativa” per selezionare progetti e idee innovative in questa fase di emergenza corona virus, in un’Italia che attraversa le difficoltà di un momento storico durissimo. L’obiettivo della scuola è quello di rispettare ancora il primato della formazione e metterlo questa volta al servizio del bene comune.
È così che Ied ha coinvolto inizialmente tutta la sua community, che tra studenti, docenti e staff conta più di 15 mila persone, con l’impegno di attrarre proposte e progetti che rispondano a domande e bisogni nuovi, prima sconosciuti. Le idee ricevute fino ad ora spaziano da piattaforme e gallery virtuali dedicate alla fruizione di contenuti culturali e del mondo dell’arte, a piattaforme di informazione e formazione a distanza; da progetti di edutainment per bambini, ai servizi e prodotti di protezione a supporto dell’attuale emergenza sanitaria. Ma guardando alla ripresa economica, molti sono i progetti per il futuro rilancio del Paese e del suo made in Italy, includendo anche progetti a supporto dell’area moda, fortemente colpita.
A fronte del grande riscontro ricevuto dalla community, la call si apre adesso a tutta la collettività. La chiamata è un invito a proporre idee in ambito di prodotto, servizi e anche comunicazione.
Ied selezionerà le migliori proposte, supportando e facilitando il loro sviluppo, e si attiverà fino alla loro concretizzazione. La Mobilitazione creativa è un invito allargato a guardare al futuro della società, per contribuire alla sua rinascita. Per partecipare basterà compilare un’application, il primo termine per la consegna è fissato al 20 maggio.