Juve, ora lo Scudetto è l’obiettivo primario

44

di Diego Pantani

Si inchina ad un grande Ronaldo la Juve, che anche quest’anno, vede ridursi quasi a zero le speranze di qualificazione alle semifinali di Champions, dopo lo  0-3 della sfida di andata allo ‘Stadium’. Non trascorrono neanche due minuti che il risultato cambia, scambio in
velocità tra Isco e C.Ronaldo, che di sinistro infila un incolpevole Buffon. La Juve sembra non accusare il colpo e cerca di recuperare il risultato, ma Higuain, con un tiro di sinistro al 26’pt, respinto da Navas, come al solito, così come il suo connazionale Dybala, che al
45’pt, cerca di ingannare l’arbitro con una simulazione in area avversaria, non riesce ad essere decisivo a livello internazionale. Nella ripresa la partita si incanala ancor di più nei binari giusti per il Real, che al 55’st, dopo una respinta di Buffon, raddoppia con una rovesciata da cineteca di C.Ronaldo che mette la palla nel sette, facendo alzare in piedi tutto lo ‘Stadium’ per applaudire il mostruoso talento portoghese. Come se non bastasse i bianconeri al 65’st rimangono anche in dieci uomini a causa di un’entrataccia a centrocampo di Dybala ,che macchia ancor di più la sua cattiva prestazione. Per concludere la debacle al 71’st, ecco la firma finale di Marcelo che dopo una triangolazione sempre con CR9, entra quasi in campo con il pallone, decretando il risultato finale 0-3 da incubo per Allegri e la sua squadra, che renderà il ritorno al Bernabeu, come un match con pochissime possibilità di passare il turno.