Napoli incontra il Benin con i giovani Msoi

65

In data 26 Marzo 2019, presso la Sala Giunta – Palazzo San Giacomo del Comune di Napoli ha avuto luogo l’evento: « NAPOLI INCONTRA IL BENIN CON I GIOVANI MSOI».
L’iniziativa, moderata dal Giornalista Mimmo Sica, è nata dall’incontro tra l’Assessorato ai Giovani del Comune di Napoli, con il Consolato del Benin a Napoli, in partnership con la Presidenza del Consiglio Comunale di Napoli, per condividere con la città quanto ogni giorno viene messo in campo per sostenere popolazioni in difficoltà in un’ottica di scambio di buone pratiche e di confronto con i giovani del MSOI – Movimento Studentesco per l’Organizzazione Internazionale che hanno collaborato alle attività.
‘’Coinvolgere le scuole in iniziative del genere fa sì che i ragazzi comprendano cosa vuol dire fare cooperazione rapportandosi ad un paese terzo’’, ha dichiarato l’Assessore Marmorale. ‘’Confrontarsi con la cultura di una civiltà diversa è il primo passo reale per creare un’integrazione vera sui nostri territori che non deve essere mai coatta, mai forzosa né imposta ma consapevole e interiorizzata. Conoscere gli altri popoli, scambiarci sviluppo, crescita e consapevolezza è il primo passo per creare una società maggiormente consapevole ed immediata’’, ha concluso l’Assessore Marmorale.
“Sono stato molto lieto di rappresentare il Consiglio comunale all’iniziativa promossa dal consolato a Napoli del Bénin, in collaborazione con l’amministrazione comunale, dell’incontro con il MSOI (Movimento Studentesco per l’Organizzazione Internazionale), associazione culturale impegnata sulla cooperazione mondiale e le relazioni internazionali. Si rinnova, con l’iniziativa , l’antica amicizia tra le istituzioni napoletane e il dinamico consolato dello Stato africano, che ci ha visto collaborare in rete, per numerose iniziative, sempre di impegno e di solidarietà a favore della popolazione del Bénin.”ha dichiarato il Presidente Fucito.
“L’amore è il sentimento che muove il mondo e promuove la pace. Bisogna lavorare in sinergia con le popolazioni africane e con le comunità che vivono in Italia. E se qualcuno sbaglia, non bisogna mai generalizzare per colpa di poche persone. L’obiettivo del Consolato del Bénin a Napoli, ha come focus centrale quello di sensibilizzare e far conoscere l’importanza e la vasta e preziosa cultura beninese, attraverso anche i progetti di cooperazione ed aiuto che la realtà diplomatica svolge in collaborazione con Associazioni, Imprese e Privati cittadini. A loro quindi, mi rivolgo con un atteggiamento di massimo rispetto, perché si è potuto concretizzare il grande progetto chiamato solidarietà.” Ha dichiarato il Console del Bénin a Napoli, Dr. Giuseppe Gambardella.
La prof.ssa Anna Maria Di Tolla, Docente di Storia e di letteratura africana dell’Università degli Studi di Napoli “L’Orientale”, ha riassunto la storia dell’Università Orientale di Napoli, ricordandone l’importanza che riveste in quanto istituzione culturale volta a rafforzare i legami con altre culture e lingue.
E’ seguito l’intervento dei giovani di Msoi, con il dott.Virgili che ha spiegato le attività di MSOI, branca giovanile della SIOI(Società Italiana per l’Organizzazione Internazionale) e la dott.ssa D’Ambrosio che ha riassunto le attività portate avanti da MsoiNapoli.
Il cultural meeting, si è concluso con il dibattito tra i relatori ed i ragazzi degli istituti scolastici campani e pugliesi che hanno aderito all’iniziativa: gli alunni del Liceo Scientifico “A.Labriola” di Napoli, accompagnati dalle Docenti, Prof.ssa Maria Teresa Iervolino e Prof.ssa Tiziana Minervini, gli alunni dell’Istituto Comprensivo “Giovanni XXIII Aliotta” di Napoli,accompagnati dal Dirigente Scolastico, Prof.ssa Silvana Casertano e gli alunni dell’Istituto Comprensivo “Preziosissimo Sangue” di Bari, accompagnati dal Dirigente Scolastico, Prof.ssa Francesca Palamà.