Psr Campania, aziende agricole in crisi: bonus fino a 7mila euro

285

Sostegno straordinario alle imprese agricole della filiera agrituristica e che esercitano attività didattica e sociale particolarmente colpite dalla crisi generata dall’epidemia da Covid-19: con decreto dirigenziale n. 302 del 4 dicembre la Regione Campania ha pubblicato la graduatoria provvisoria, per il periodo di attuazione 28 settembre – 19 ottobre 2020, del bando della nuova tipologia d’intervento 21.1.1 del Psr.

Con il bando l’Amministrazione regionale ha messo in campo 6 milioni di euro per l’erogazione di un bonus una tantum dell’importo fino a: 7.000 euro per le aziende agrituristiche con attività di alloggio e ristorazione; 6.500 euro per le aziende agricole con attività di solo alloggio o solo ristorazione; 6.500 euro per le aziende agricole che esercitano attività sociale; 6.000 euro per le aziende agricole che esercitano attività didattiche.

Sempre in relazione al bando, la Direzione Generale per le Politiche Agricole della Regione Campania ha precisato che la comunicazione di non ammissibilità inoltrata a mezzo Pec ad alcuni beneficiari qualificati ‘operatori agrituristici’ è il risultato dell’attività istruttoria da cui è emerso il mancato rispetto di entrambi i requisiti di ammissibilità, tra loro alternativi, richiesti dal bando vale a dire l’inserimento nell’Archivio regionale ai sensi dell’art. 8 della legge regionale n. 15/2008 alla data del 31 gennaio 2020 e la trasmissione della Segnalazione Certificata di Inizio Attività (Scia) effettuata, entro il 31 gennaio 2020, al Comune di appartenenza.

Pertanto gli ‘operatori agrituristici’ che hanno ricevuto comunicazione di non ammissibilità e non sono inseriti nell’Archivio generale possono trasmettere, unitamente alle eventuali controdeduzioni, la Scia presentata a suo tempo al Comune al seguente indirizzo: uod.500702@pec.regione.campania.it.