Unisaorienta 2018, quinta giornata con Leonida Primicerio

28

«Qui si formano i cittadini del domani. Dovrete essere consapevoli dei vostri diritti, da rivendicare con forza, però anche dei vostri doveri. La legalità si costruisce giorno per giorno, perché è il risultato di un processo formativo che parte dalle scuole e arriva all’Università». Parole di Leonida Primicerio, procuratore generale di Salerno, testimonial della quinta giornata di UnisaOrienta, l’evento dedicato all’orientamento degli studenti degli istituti d’istruzione superiore, promosso ogni anno dal Centro d’Ateneo per l’Orientamento e il Tutorato (Caot) dell’Università di Salerno in collaborazione con i sedici Dipartimenti dell’Ateneo.
«Non intervengo da procuratore generale ma da ex alunno, che s’iscrisse all’Università di Salerno appena fu istituita. Fui uno delle prime matricole della facoltà di Giurisprudenza. Dunque, posso testimoniare direttamente quanta strada abbia fatto questo Ateneo», ha raccontato Leonida Primicerio. Prima di lanciare il suo appello ai 1300 giovani che gremivano l’Aula Magna: «Siete a un bivio importante della vostra vita, chiamati a una grande scelta di maturità, da fare parlando con le vostre famiglie e con voi stessi. Nessuno vi regalerà nulla. Ma il futuro è nelle vostre mani».
Nella quinta giornata di UnisaOrienta il rettore dell’Università di Salerno, Aurelio Tommasetti e la professoressa Rosalba Normando, delegata del Rettore all’Orientamento degli studenti, hanno accolto le future matricole provenienti dalle scuole di Salerno, Solofra, San Gregorio Magno, Piaggine, Nocera Inferiore, Mercato San Severino, Battipaglia, Agropoli, Montesano sulla Marcellana, Benevento, Piedimonte Matese, Marigliano e Lagonegro.
Ai ragazzi ha parlato anche il professor Vincenzo Loia, direttore del Dipartimento di Scienze Aziendali – Management & Innovation Systems: «Il futuro è adesso, sfruttate il vostro potenziale e non abbandonate i sogni che dovranno guidarvi anche nella scelta universitaria che farete».
In Aula Magna è poi intervenuto il professor Mario Capunzo, direttore del Dipartimento di Medicina, Chirurgia e Odontoiatria. «Fare il medico è una delle cose più belle che esista. Il piacere che si prova nel curare una persona non ha prezzo. L’ingresso alla facoltà prevede una selezione con un rapporto tra ammessi e partecipanti di 1 a 10, ma chi ci crede può e deve provarci. Prepariamo anche il test d’ingresso, per accompagnarvi fin dall’inizio. Fate una scelta di cuore. L’attenzione dell’Ateneo nei confronti degli studenti è massima. L’Università di Salerno v’invita a entrare in una grande comunità».
Domani (giovedì 8 febbraio) UnisaOrienta vivrà la sua sesta giornata all’insegna dello sport: testimonial sarà l’ex pugile e campione del mondo Patrizio Oliva. Venerdì 9 febbraio, invece, focus sulla scuola con Luisa Franzese, direttore dell’Ufficio Scolastico Regionale. Mercoledì 14 la terzultima giornata vedrà ospite Corrado Lembo, procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Salerno, mentre giovedì 15 febbraio l’apertura della sessione sarà affidata a Gennaro Sangiuliano, vicedirettore del Tg1 Rai. Per l’ultima giornata dedicata all’orientamento, venerdì 16 febbraio, il Caot ha scelto di puntare sul contest dedicato ai giovani musicisti e per loro ci sarà un padrino d’eccezione, Ciro Caravano dei Neri per Caso che premierà i vincitori.