Capri, Federalberghi con i lavoratori del trasporto: giuste le motivazioni dello sciopero

22
in foto Sergio Gargiulo, presidente della Federalberghi Isola di Capri

“Federalberghi Isola di Capri è al fianco dei lavoratori del trasporto pubblico isolano che il 3 dicembre sciopereranno per quattro ore”. Lo comunica con una nota l’associazione degli albergatori che “fa sue, infatti, alcune delle principali motivazioni alla base dell’astensione dal lavoro già annunciata dalle organizzazioni sindacali: carenza del parco autobus che si ripercuote sull’organizzazione del lavoro e sulle condizioni lavorative dei dipendenti, problematiche organizzative, manutenzione mezzi con relative difficoltà nelle attività da svolgere”.
“Una motivazione – prosegue la nota – che conferma le accuse che Federalberghi ha più volte indirizzato verso la società di trasporto”. Quindi il comunicato prosegue: “Sull’isola di Capri i trasporti pubblici versano in condizioni pietose e bene fanno i lavoratori a protestare – dichiara Sergio Gargiulo, presidente della Federalberghi isolana – E’ sotto gli occhi di tutti l’incuria in cui versano i mezzi pubblici circolanti, peraltro in numero insufficiente per soddisfare le esigenze dei residenti e dei turisti di Capri ed Anacapri. E’ mistero invece sui mezzi nuovi, annunciati, intravisti e che probabilmente non sono idonei al servizio sull’isola. Abbiamo più volte segnalato questo stato di cose increscioso che mortifica la nostra comunità agli occhi del mondo, visto che parliamo di un’isola che è universalmente riconosciuta come perla del turismo internazionale”.