Il contratto di Di Maio

39

Roma, 4 apr. (AdnKronos) – Un contratto di governo ‘alla tedesca’ da sottoscrivere con la Lega o con i dem ma escludendo Forza Italia. E’ questa la strategia lanciata dal leader del M5S Luigi Di Maio, durante la puntata di ‘Di Martedì’ su La7, alla vigilia delle consultazioni che saranno avviate oggi dal presidente della Repubblica, Sergio Mattarella.

Un contratto che contempli, tra i temi chiave, il reddito di cittadinanza (colonna portante del programma di governo M5S) e norme anticorruzione più severe. La proposta – riferiscono fonti parlamentari 5 Stelle – è stata portata in assemblea congiunta a Montecitorio: il contratto, viene spiegato, dovrebbe articolarsi in “punti specifici” e non “argomenti generici”.

Nel documento, aperto al contributo e alle proposte avanzate eventualmente dagli altri partiti, “i contraenti dovranno impegnarsi nero su bianco” nella realizzazione di quei punti programmatici. “Non si tratta di un’alleanza ma di una convergenza sui temi”, sottolineano fonti vicine ai vertici pentastellati.