Le minacce che corre l’Occidente

29
In foto Francesco Maria Talò

L’ambasciatore Giovanni Castellaneta, che visse l’11 settembre da Palazzo Chigi da consigliare diplomatico del presidente del Consiglio Silvio Berlusconi, ha messo in luce in un intervento su Formiche.net le due principali minacce che corre l’Occidente oggi: la sicurezza cibernetica e i cambiamenti climatici. Le stesse evidenziate dall’ambasciatore Talò rappresentante alla NATO. “L’11 settembre ci ha preparati a non ritenere nulla inimmaginabile. In questo contesto gli scenari degli attacchi cibernetici sono già oggi una realtà e possono assumere dimensioni inquietanti”. E infatti, continua, “la sicurezza cibernetica è infatti un nuovo dominio operativo della difesa transatlantica e a livello nazionale”. “In un contesto più strisciante può essere letto il cambiamento climatico, che anch’esso ha ripercussioni sulla sicurezza”, spiega Talò. A tal proposito la prossima settimana, giovedì 17 settembre, Italia e Regno Unito (i due Paesi che ospiteranno la Cop26) organizzano alla Nato di Bruxelles una conferenza, che non ha precedenti per le sue caratteristiche, su Nato e natura. “Esiste un impatto bidirezionale”, dice Talò: “Da un lato dei cambiamenti climatici sulla sicurezza (pensiamo alle difficoltà per le rotte polari a Nord e alle migrazioni a Sud), dall’altro l’impatto delle attività militari di sicurezza sull’ambiente”. L’esperienza della pandemia, al pari dell’11 settembre, “ci insegna che un’altra parola d’ordine è la resilienza”, conclude Talò: “La capacità di avere una forza strutturale delle nostre società in modo da assicurare una continuità di sicurezza, dalla vita quotidiana dei nostri cittadini alla resistenza stessa delle nostre nazioni alle sfide interne ed esterne, fisiche o non-fisiche, volontarie o involontarie (come la pandemia)”. Ricordiamoci che la resilienza, parola che oggi purtroppo va molto di moda, deve rappresentare altresì la forza della mente umana che di fronte a tante distorsioni dell’ordine mondiale, riesce ad andare avanti mantenendo integri i valori e le nozioni che lo hanno reso sempre più umano .