Non solo dare per avere

69
In foto Sergey Razov

Non è un discorso di dare per avere, ma l’aiuti che la Russia sta dando al nostro Paese profuma molto di apprezzamento per il nostro fare ma anche di interesse alla riapertura di certi dialoghi imprenditoriali. L’ambasciata russa in Italia ha ricevuto richieste di aiuto nella lotta contro il coronavirus da un certo numero di regioni italiane. Lo ha detto l’ambasciatore russo a Roma, Sergey Razov, citato da Interfax. “I Presidenti di altre regioni d’Italia oltre alla Puglia .Commentando il collegamento tra gli aiuti della Federazione Russa all’Italia e la rimozione delle sanzioni nei confronti della Russia, l’ambasciatore ha detto che questo è affare degli italiani. “Non abbiamo in alcun modo collegato questi due temi, l’aiuto incondizionato, la solidarietà e l’abolizione delle sanzioni; le sanzioni, come è noto, non sono state introdotte da noi e non sta a noi porci la questione della loro cancellazione”, ha detto Razov. Non appare dello stesso parere la diplomazia Ucraina che continua a sottolineare lo stato precario della vita nel proprio Paese assediato da uno stato belligerante che non fa bene alla distensione dell’Europa.