Torre Annunziata, il ricordo di Luigi Staiano a 32 anni dall’omicidio

84

Il presidio cittadino di ‘Libera nomi e numeri contro le mafie’ e il Comune di Torre Annunziata (Napoli) ricordano Luigi Staiano, imprenditore edile oplontino ucciso il 4 luglio 1986 per aver rifiutato di piegarsi alle richieste del racket denunciando i propri estorsori. A trentadue anni dall’omicidio domani, mercoledì 4 luglio, si terrà una messa di suffragio nella chiesa di Santa Teresa e San Pasquale, alla quale prenderanno parte il sindaco Vincenzo Ascione rappresentanti dell’amministrazione comunale e delle forze dell’ordine. Successivamente alle 20.00 in piazza vi saranno una serie di testimonianze contro il racket: all’incontro interverranno Giovanni Sannino rappresentante dell’associazione antiracket ‘Giovanni Panunzio’ di Portici, e il presidente dell’antiracket ‘Ercolano per la legalita” Pasquale Del Prete che dice: “Saremo in piazza domani per portare un messaggio di riscatto, della coesione e dell’associazionismo”. Nel 2004 il Comune di Torre Annunziata ha intitolato una strada alla memoria di Luigi Staiano.