Alcuni consigli per spendere, lavorare e divertirsi online in tutta sicurezza

21

Ormai virtualmente e da remoto è possibile quasi qualsiasi operazione. Molti dei servizi erogati da siti e piattaforme sono però ovviamente a pagamento, e ciò ha reso necessaria una rapida innovazione dei sistemi di trasferimento di denaro che sono diventati per lo più digitali per rispondere a una richiesta di rapidità. Nell’epoca digitale, è ovviamente avvenuta una transizione dall’analogico al digitale anche dei giochi, o dei corsi di laurea, e così abbiamo visto la nascita di piattaforme, siti e applicazioni che offrono intrattenimento ludico a perdifiato e università che permettono di conseguire il titolo da remoto. Riportiamo qui di seguito alcuni semplici consigli per essere sicuri e divertirsi: dall’utilizzo delle VPN ai metodi di pagamento con crittografia e protezione dei dati.

I pagamenti: accettare l’evoluzione e prepararsi al futuro

La tendenza è chiara, e anche le decisioni di molti governi mondiali lo conferma: il futuro dei pagamenti è digitale. Negli ultimi vent’anni è letteralmente cambiato il modo di intrattenersi, di informarsi, addirittura di innamorarsi e trovare lavoro con la nascita delle applicazioni. Così si sono resi necessari diversi metodi di pagamento online che garantissero velocità e affidabilità. PayPal resta sicuramente il sistema e-wallet più semplice e famoso da utilizzare, che ci permette di pagare online filtrando i nostri dati bancari attraverso l’uso del nostro indirizzo email. Per chi si diletta online su siti di scommesse Italia, casinò virtuali, o semplicemente acquisti di beni o servizi, PayPal è fra le soluzioni che garantiscono la maggiore sicurezza. In Italia è presente anche l’innovativo Clearpay, che permette agli utenti di pagare a rate, pagando un quarto della spesa totale alla volta, dovendo sborsare inizialmente soltanto il 25%. Un consiglio correlato può essere quello di utilizzare delle applicazioni per la gestione delle spese: esistono alcune che notificano se abbiamo superato la cifra che ci eravamo prefissati per la spesa alimentare, altre che ci calcolano tasse e bolli di auto e moto.

Le VPN: navigare in tutta sicurezza e in modo anonimo

Come spiegato, online si può ormai giocare, acquistare biglietti aerei e pacchetti vacanze, ma anche laurearsi e condividere documenti di lavoro. Tutto ciò comporta ovviamente uno scambio infinito di informazioni, che dalla carta stampata si sono trasformate in megabyte e file multimediali. Proteggere queste informazioni da attacchi o semplicemente per aumentare la nostra privacy su preferenze e scelte, esistono dei modi molto efficaci, uno di questi è sicuramente l’utilizzo di una VPN, dall’acronimo Rete Privata Virtuale. Oltre difatti ai blocchi pubblicità che si possono installare direttamente sui vari browser Mozilla, Chrome, Safari ed Edge, il sistema VPN dall’inglese Virtual Private Network, permette di schermare il nostro IP internet domestico, facendo da filtro fra i nostri dispositivi e la rete. In questo modo nessuna trasmissione di dati resterà salvata online, e nessun documento prezioso o intimo potrà essere oggetto di interesse. Ciò è sicuramente vivamente consigliato a chi fa un utilizzo professionale, sia autonomo che in un’azienda, ma sono sempre più le persone che installano una VPN anche semplicemente per acquistare o navigare in rete.

Il piacere di trascorrere il proprio tempo ascoltando musica in streaming o dilettandosi a giocare online è un elemento condiviso da oltre 50 milioni di italiani che si connettono ogni giorno mediamente per sei ore. Con pochi semplici accorgimenti questo tempo può essere trascorso in tutta sicurezza, con pagamenti protetti, e le nostre informazioni e preferenze personali nascoste.