Dac, ricerca aerospaziale: protocollo di intesa con Unavia

121
In foto Luigi Carrino, presidente del Dac

Sperimentare e consolidare iniziative congiunte, nazionali e internazionali, nel settore dell’aerospazio, che vanno dalla formazione professionale alla “ricerca applicata”, dalla programmazione e gestione dei processi normativi alla raccolta e promozione di dati e informazioni di carattere economico, legislativo e statistico. E’ l’obiettivo del protocollo d’intesa siglato tra il Dac – Distretto Tecnologico Aerospaziale della Campania – e Unavia – Associazione per la normazione, formazione e qualificazione nel comparto aerospaziale e difesa – con cui vengono avviate una serie di azioni a favore delle imprese del settore, per creare nuove opportunità di business e rafforzare il sistema della ricerca campana, nazionale e internazionale. L’Unavia, in particolare, è nata nel 1946 ed annovera oggi tra i propri soci di diritto il Ministero della Difesa con Armaereo, il ministero dello Sviluppo Economico, l’Enac e l’Aiad (associazione Italiana Aerospazio & Difesa) unico socio ordinario. Con l’accordo il Dac e Unavia, si propongono di rendere il settore aerospaziale più competitivo, puntando sulla formazione professionale e l’alta formazione, e favorendo l’integrazione tra il mondo del lavoro, l’istruzione, la ricerca e le nuove tecnologie. Il due soggetti, inoltre, si impegnano a sostenere lo sviluppo delle aziende associate. “Il nostro è un settore di grandi prospettive ma anche fortemente competitivo, globalizzato e innovativo, un mercato sfidante che richiede sempre più un cambio di passo”, ha detto la presidente di Unavia Rossella Andreozzi. Il Dac è il primo Distretto aerospaziale ad aver attivato una collaborazione con Unavia, un accordo che ci consente di intervenire su diverse leve per la competitività offrendo ai nostri soci nuove attività e supporto di qualità, grazie soprattutto all’attività normativa nel Settore Aerospaziale e Difesa nel quale Unavia opera da oltre settanta anni”, ha detto il presidente del Distretto Aerospaziale della Campania Luigi Carrino.