Gallerie d’Italia, ultimi giorni della mostra ‘Napoli al tempo di Napoleone. Rebell e la luce del Golfo’

35

Alle Gallerie d’Italia – Napoli, museo di Intesa Sanpaolo, sono gli ultimi giorni per visitare la mostra Napoli al tempo di Napoleone. Rebell e la luce del Golfo, dedicata alla pittura di Rebell e al decennio francese del Regno di Napoli, periodo molto fiorente per la pittura di paesaggio, in particolare durante il regno di Gioacchino Murat e Carolina Bonaparte. La mostra sarà aperta fino a domenica 7 aprile.

L’esposizione, a cura di Sabine Grabner, Luisa Martorelli, Fernando Mazzocca e Gennaro Toscano, presenta 73 opere provenienti da importanti istituzioni culturali nazionali e internazionali, come il Belvedere di Vienna, l’Accademia di Belle Arti di Vienna, la Biblioteca Nazionale Austriaca, il Castello di Fontainebleau e Versailles, oltre che dalla collezione Intesa Sanpaolo.

In mostra gli splendidi ritratti giovanili di Gioacchino e Carolina Murat, il ritratto di Napoleone in abito da incoronazione imperiale, numerose vedute del Golfo di Napoli e dei magnifici dintorni, il Vesuvio, le rappresentazioni della Costiera Amalfitana e delle Isole, ma anche i disegni e gli studi preparatori. Molti i prestiti provenienti da musei austriaci e francesi, con alcune opere di grande rilievo mai o raramente viste in Italia.

Il museo resterà aperto regolarmente il giorno di Pasqua e lunedì 1° aprile. In arrivo, per la prossima esposizione che aprirà il 24 apriledue capolavori di Diego Velázquez: l’Immacolata Concezione e San Giovanni Evangelista in Patmos, provenienti dalla National Gallery di Londra, che saranno affiancati ad altre due opere raffiguranti l’ Immacolata Concezione: una di Paolo Finoglio, proveniente dal Museo dell’Opera Francescana di San Lorenzo Maggiore a Napoli e l’altra di Battistello Caracciolo conservata nella chiesa della Natività della Beata Maria Vergine a Roccadaspide, nel Cilento. L’arrivo delle opere dalla National Gallery di Londra si inserisce nel rapporto di scambio e collaborazione con il prestigioso museo britannico, che dal 18 aprile al 21 luglio 2024 dedicherà la mostra dossier ‘The Last Caravaggio’ all’opera ‘Il Martirio di sant’Orsola’ in prestito da Intesa Sanpaolo.