Ospedali, De Luca: S. Agata a rischio? Balla del M5S

18
in foto Vincenzo de Luca

“L’ospedale di S. Agata dei Goti ridimensionato e a rischio chiusura? E’ una balla partita da qualcuno del Movimento 5 Stelle e del centrodestra che ne aveva deciso la chiusura nel quinquennio precedente”. Lo ha detto il presidente della giunta regionale della Campania, Vincenzo De Luca, chiudendo i lavori della Festa de L’Unita’ nelle terme di Telese. “Accorpando l’ospedale di S. Agata con il Rummo di Benevento, dando vita agli ospedali riuniti ‘San Pio’, abbiamo salvato il Dea di II livello. L’ospedale di S. Agata – ha continuato il governatore – manterra’ gli stessi servizi che aveva un anno fa. Anzi, nel nuovo piano ospedaliero S. Agata passera’ da 100 a 140 posti letto, avendo deciso di attivare un reparto di riabilitazione che non c’era”. “S. Agata ospitera’ – ha concluso De Luca – un polo oncologico di eccellenza regionale. In questo modo abbiamo salvato un ospedale che perdeva 4 milioni di euro all’anno, perche’ in queste condizioni il ministero dell’Economia li chiude”.