Usa, football americano: Maximilan Pircher, un italiano per la Nfl

263

Tra gli undici giocatori di nove paesi diversi selezionati dalla NFL per l’International Pathway Program c’e’ anche l’azzurro Maximilian Pircher. Una grande opportunita’ per lui e per il football italiano di confrontarsi con i migliori al mondo e di guadagnarsi un posto nel roster di una delle squadre della NFL. E’ arrivata a sorpresa la notizia della convocazione dell’azzurro Maximilian Pircher nell’International Player Pathway Program della NFL, programma istituito nel 2017 dalla lega professionistica americana per offrire agli atleti di tutto il mondo la possibilita’ di competere al massimo livello nel football americano, migliorare le proprie abilita’ e tentare di conquistare un posto nel roster di una delle franchigie della NFL. Classe 1999, originario di Bressanone, Max Pircher gioca in linea d’attacco per gli Hildesheim Invaders, nella GFL, la lega tedesca, ma soprattutto per la Nazionale, il Blue Team, con la quale nell’ottobre 2019 ha conquistato l’accesso alla Final Four del Gruppo A Europeo. Ha iniziato a giocare a football solo nel 2018, dopo nove anni trascorsi sui campi da calcio prima e su quelli di pallamano poi.

Pircher studia Scienze Economiche Internazionali all’Universita’ di Innsbrück, ma il suo sogno e’ la National Football League americano. Un sogno che, adesso, potrebbe diventare realta’, anche se il cammino e’ ancora molto lungo e pieno di difficolta’. Gli undici atleti selezionati (1 francese, 2 austriaci, 1 tedesco, 2 inglesi, 1 cileno, 1 giapponese, 1 messicano, 1 neozelandese e, appunto, 1 italiano) partiranno in primavera per gli States, dove si alleneranno presso le strutture di una delle 8 division della NFL (scelta a caso). Al termine di questo training camp, ciascun giocatore diventera’ eleggibile per l’inserimento in una delle ‘practice squad’ dei team professionistici americani prescelti che, per la stagione 2021, potranno contare dunque anche sui giocatori internazionali, inseriti in aggiunta al numero prestabilito secondo quanto previsto dall’International Player Pathway Program. “A Maximilian vanno i complimenti di tutto il mondo del football italiano e l’augurio di vedere realizzato il suo sogno!”, sottolinea la Fidaf in una nota.