A Pietrarsa sbarca il Meet Forum dedicato al Turismo delle radici

167

L’Occhio di Leone, ideato dall’artista Giuseppe Leone, è un osservatorio sull’arte visiva che, attraverso gli scritti di critici ed operatori culturali, vuole offrire una lettura di quel che accade nel mondo dell’arte, in Italia e all’estero, avanzando proposte e svolgendo indagini e analisi di rilievo nazionale e internazionale.

di Stefania Trotta

Dopo Urbino il “Meet Forum – Il Turismo Sostenibile”, giunto alla sua IX edizione, ha fatto tappa il 3 e 4 Aprile al Museo Nazionale Ferroviario di Pietrarsa di Napoli, che ha accolto nella sua unica location una ricca partecipazione di relatori, ospiti e giornalisti da tutta Italia e da tutto il Mondo.
L’evento promosso e organizzato da Destination Italia Travel, Tech leader nel turismo Incoming di qualità ed esperienziale di fascia alta, ha avuto il patrocinio della Commissione Europea, Enit, Regione Campania, Comune di Napoli, Fondazione Fs Italiane, Università degli Studi di Napoli Federico II e la collaborazione di Intesa Sanpaolo in qualità di Main Partner.
Durante la manifestazione, esperti di alto profilo del mondo istituzionale, accademico, scientifico e della finanza hanno trovato nei tavoli tecnici e nei seminari innovativi il modo per confrontarsi e riflettere su quello che è il presente e il futuro del Turismo, ovvero Sostenibile e delle radici.
La prima giornata si è aperta con il benvenuto dell’Inno Nazionale cantato dal coro Interetnico dell’Associazione il Giardino dai Millecolori di Scampia, seguito dall’apertura dei lavori con il poliedrico Jimmy Ghione e la coinvolgente e passionale performance artistica di un’eccellenza del territorio come Ciccio Merolla, che ha portato sul palco l’energia del viaggio. Durante i tavoli tecnici ESG (Environment, Social e Governance) si sono intervallati gli interventi di sensibilizzazione e scambio di good practices ed esperienze di Elena Dell’Agnese (Presidente dei Geografi Italiani), Alfonso Pecoraro Scanio (Presidente Fondazione Univerde e già Ministro dell’Agricoltura e dell’ Ambiente); Per il Tavolo sociale invece hanno portato la loro esperienza Annamaria Colao (Chairholder Cattedra Unesco Salute e Sostenibilità), Edoardo Colombo (Autore e docente universitario esperto di turismo); Ed infine per il Tavolo Governance, sono intervenuti Francesco Sirano (Direttore del Parco Archeologico di Ercolano) e Jane Thompson (Fondazione Packard – Manager Herculaneum Conservation Project).
La giornata è proseguita con la presentazione del Destination Local Expert, un progetto innovativo che vuole raccontare un’Italia nuova, valorizzando le mete non ancora note e digitalizzare il sistema turistico partendo dalle radici. La prima giornata è terminata con il Wine Art Fest: Vincantium, un viaggio emozionale nei luoghi del nostro territorio attraverso la degustazione delle sue eccellenze.
La seconda giornata moderata da Paolo Notari e coordinata dalla carismatica Dina Ravera, Presidente Destination Italia, è iniziata con la benedizione di Don Massimo che, parlando dei cammini sacri anche in vista del prossimo Giubileo, ha ricordato come “chi viaggia parte sempre col desiderio di incontrare qualcuno”.
Diversi i tavoli tecnici e panel tematici della seconda giornata, che hanno affrontato la sostenibilità nel settore enogastronomico, la parità di genere nel turismo, il turismo dei borghi e parchi e la trasformazione digitale nell’industria del turismo.
Ospite d’eccezione è stato Paolo Nespoli, ambasciatore dell’eccellenza italiana nel mondo, che ha incantato il pubblico del Meet Forum con la storia del suo sogno, diventare astronauta. Un sogno non semplice ma che Nespoli ha realizzato con impegno e sacrificio, senza mollare mai. Invitato dalla Ravera ad essere la guida del prossimo viaggio spaziale, ha chiuso il suo intervento costellato da avventure in giro per il mondo dicendo: “Siamo tutti sotto un unico muro – alludendo alla frangia dell’atmosfera – che ci separa dall’universo”.

Altro ospite attesissimo è stata l’onorevole Daniela Santanché, Ministro del Turismo, che da ministro conservatore ha sottolineato la necessità di sostenere economicamente un turismo di qualità e non solo di numeri, da consegnare alle future generazioni. La Santanchè ha parlato di turismo en plein air ed ha inoltre sollevato l’esigenza di lavorare sul tema della destagionalizzazione per far scoprire l’Italia nascosta meno promossa ed aiutare i lavoratori del settore a mantenere una continuità lavorativa, soprattutto dopo il difficile periodo della Pandemia.
Il tema dell’economia del Territorio e del Turismo è stato ripreso in esame, nel pomeriggio dallo studio di SRM – Centro Studi e Ricerche Mezzogiorno, collegato a Intesa Sanpaolo – dal titolo “Turismo & Territorio: tendenze, impatti e dinamiche di impresa” con gli interventi di Stefano Barrese (Responsabile della Divisione Banca dei Territori Intesa Sanpaolo), Giovanni Maria De Vita (Direzione Generale Italiani all’Estero del Ministero Affari Esteri e Cooperazione Internazionale), l’On. Fabio Porta (Deputato Circoscrizione Estero B America Meridionale), e in collegamento zoom da diversi rappresentanti collegati dal Brasile e da Rio de Janeiro.
Un’altra sorpresa è stata l’emozionante performance dell’attrice italo-giapponese Jun Ichikawa che ha catturato l’attenzione del pubblico del Meet Forum con la lettura teatrale di un testo di Gian luca Favetto dal titolo Se dico radici dico storie, unitamente ad un haiku del maestro Matsuo Basho: “Ogni giorno è il viaggio e il viaggio stesso è la casa”.

Un dato importante per il Turismo, è dato anche dal cosiddetto cineturismo, come ha fatto notare Antonio Parlati (Direttore centro Rai di Napoli) intervenuto con Titta Fiore (Presidente Film Commission) sull’importanza del cinema e delle serie tv nel settore. Dai dati rilevati pare che il 96% dei viaggiatori scelga infatti il luogo da visitare in base a ciò che ha visto in Tv, basti pensare che a Napoli, nel 2023, sono state girate ben 15 serie, cosa che ha portato alla nascita della piattaforma Let’s Movie, dove è possibile scoprire i set e le location di serie amate come Mare Fuori e Un Posto al sole.

Il Meet Forum si è concluso con l’invito alla partecipazione al National Meet Forum nel 2025 a Roma.