Gestire le aziende sottratte ai Clan, un successo il I corso di alta formazione. Domani la cerimonia di chiusura con la consegna degli attestati

372

Si svolge giovedì 8 luglio, dalle ore 17, nella sede della Regione Campania in via Santa Lucia Napoli la cerimonia di chiusura della prima edizione del Corso di Alta Formazione in Gestione delle Aziende Sequestrate e Confiscate alle Mafie (Gascom). Nel corso della serata saranno consegnati gli attestati di partecipazione.
Il Corso è promosso dalla Regione Campania, da Sviluppo Campania spa e dal Dipartimento di Economia, Management, Istituzioni dell’Università degli Studi di Napoli Federico II “per rispondere – si legge in una nota – alla domanda di saperi e competenze economiche, aziendali, giuridiche e sociali del mondo delle professioni, delle Istituzioni, dell’Autorità Giudiziaria, dei manager, per affrontare le nuove sfide della criminalità economica e della gestione e destinazione delle aziende sequestrate e confiscate. L’obiettivo del Corso è di formare le figure professionali che operano nella filiera che conduce a dare nuova vita ai beni confiscati: dalla prevenzione patrimoniale e la confisca dei beni, alla loro successiva valorizzazione e utilizzo sociale”.
“La Regione Campania è da sempre impegnata sui temi della cultura della legalità ed in questo ambito ha finanziato tra le altre varie azioni il progetto Legalità Organizzata in Campania affidato a Sviluppo Campania, nel cui ambito è nato il Corso” dichiara il prefetto Mario Morcone, assessore alla Sicurezza, Legalità e Immigrazione.
“La partecipazione dei fruitori del corso (10 avvocati e 10 dottori commercialisti di valore selezionati tra oltre 130 aspiranti) è stata impeccabile – commenta il professor Roberto Vona, Direttore Scientifico del Corso Gascom e Ordinario di Economia e Gestione delle Imprese presso il Dipartimento di Economia, Management, Istituzioni dell’Università Federico II -. Sono stati circa 90 i docenti, esperti, accademici, magistrati, professionisti che hanno contribuito alla riuscita dell’iniziativa, stimolando confronti, approfondimenti e proposte che sono state elaborate in lavori individuali raccolti in un book digitale che testimonia la qualità della formazione e la valenza dei professionisti che ne hanno beneficiato. Oggi questi esperti possono mettere a servizio del territorio le competenze tecniche acquisite al Gascom per contribuire a rendere ancora più efficaci le azioni di contrasto allo sviluppo dell’economia criminale”.

“Alla cerimonia – si legge ancora nel comunicato – intervengono: Mario Morcone, Prefetto, Assessore alla Sicurezza, Legalità e Immigrazione della Regione Campania; Mario Mustilli, Presidente di Sviluppo Campania, Professore Ordinario di Economia e Gestione delle Imprese presso l’Università Vanvitelli; Roberto Vona, Direttore Scientifico Corso GASCOM, Professore Ordinario di Economia e Gestione delle Imprese presso il Dipartimento di Economia, Management, Istituzioni dell’Università Federico II; Bruno Corda, Prefetto, Direttore dell’Agenzia Nazionale per l’amministrazione e la destinazione dei beni sequestrati e confiscati alla criminalità organizzata; Pierluigi Picardi, Presidente Tribunale Napoli Nord.
Saranno presenti inoltre: Arcangelo Sessa, Vice Presidente Ordine dei Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili di Napoli; Gabriele Esposito, Avvocato, Vice Presidente del Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Napoli; Simonetta De Gennaro, Dirigente Ufficio Federalismo, Sistemi Territoriali e Sicurezza integrata, Regione Campania; Leandro Limoccia, Docente Gascom, Ricercatore di Sociologia presso il Dipartimento di Economia, Management, Istituzioni dell’Università Federico II; Gianpaolo Capasso, Dirigente Ufficio Aziende sequestrate e confiscate Agenzia Nazionale per l’amministrazione e la destinazione dei beni sequestrati e confiscati alla criminalità organizzata”.