Gianluigi Apicella e Gianluca Caputo, sono campani i magistrati più giovani d’Italia

219

Sono due campani i magistrati più giovani di Italia. Si tratta del napoletano Gianluigi Apicella e del salernitano Gianluca Caputo. Il primo, nato il 16 marzo 1990, si è laureato in Giurisprudenza all’università “Federico II”, a luglio 2013, con 110 e lode e poi specializzato al Suor Orsola Benincasa nel 2015. Nel 2016 ha superato l’esame di abilitazione all’esercizio della professione forense.

Gianluca Caputo invece, di Battipaglia, è nato un mese prima, il 19 febbraio 1990, e quindi è di poco più vecchio. Laureatosi all’università di Salerno in giurisprudenza con 110 e lode e plauso della commissione nell’ottobre 2013 da subito è stato un predestinato. Nello stesso anno della laurea vince premio laurea studenti meritevoli università di Salerno. Nel 2015 gli viene conferito il diploma si specializzazione alle professioni legali sempre dall’ateneo di Fisciano. Nel luglio 2016 ha partecipato al concorso in magistratura a Roma superando brillantemente prima lo scritto e poi l’orale conquistando la medaglia di magistrato più giovane d’Italia. Un percorso, quello in magistratura che richiede non solo una grande preparazione ma anche spirito di sacrificio.

In foto Gianluca Caputo