La storia della prima edizione della Serie A

36

Non sono molti i campionati al mondo che possono vantare una storia simile a quella della Serie A, il massimo campionato di calcio italiano che da sempre appassiona centinaia di migliaia di tifosi in tutto il mondo. Forte di squadre a dir poco prestigiose a livello internazionale, come Juventus, Milan e Inter, la Serie A è un campionato ricco di riferimenti a dir poco illustri.

Sebbene sia nato praticamente come torneo “amatoriale” e poco seguito, la prima edizione del campionato di Serie A in realtà vanta una storia molto particolare, che merita di essere raccontata. Ricordiamo, oltretutto, che il nome Serie A è più recente: agli albori il nome ufficiale era “Campionato Italiano di Football” ed ha preso ufficialmente il via nel 1898, con la sua prima edizione assoluta.

Ripercorriamo brevemente la storia della prima edizione della Serie A e ricorda che puoi testare gratuitamente le tue competenze sul calcio usando appositi bonus di benvenuto scommesse.

Le squadre partecipanti

La prima edizione del campionato italiano di Serie A del 1898, come vedremo nel prossimo paragrafo, assunse una formula molto particolare, che permise la partecipazione soltanto di quattro club: Genoa, Internazionale Torino, Ginnastica Torino e Torinese. Ricordiamo che il torneo non fu il primo in assoluto svolto nel Bel Paese: risale infatti al 1896 un torneo, denominato Torneo FGNI, non completamente codificato nel successivo regolamento britannico ufficiale del calcio. La federazione calcistica italiana non lo considerò mai un evento ufficiale, e smise di esistere nel 1913.

La formula

La formula del Campionato Italiano di Football 1898 fu alquanto particolare, o per meglio dire, eccessivamente semplice rispetto a quella che è la formula attuale. Si trattò infatti di un semplice torneo quadrangolare, della durata soltanto di un giorno, che mirava dunque a decretare immediatamente il vincitore.

Lo scheduling della giornata era il seguente: due semifinali al mattino, e la finale per il primo posto al pomeriggio, nella sede del Velodromo Umberto I. I due tempi regolamentari avevano la medesima durata odierna, vale a dire di 45 minuti, e in caso di parità dopo il 90esimo minuto i due supplementari sarebbero durati 10 minuti l’uno.

Risultati e squadra vincente

Le due semifinali furono disputate tra Internazionale Torino – Torinese e Ginnastica Torino – Genoa, e i rispettivi risultati furono di 2-1 e 0-2, in favore dunque di Internazionale Torino e Genoa. La finale fu vinta dal Genoa, che si impose per 2 -1 sull’Internazionale Torino dopo tempi supplementari, diventando la prima squadra ad aver vinto il campionato italiano. L’arbitro di tutte le partite fu l’italiano di origine valdese Adolf Jourdan.

Di quel campionato resta per lo più il ricordo del primato, ossia di essere stato a tutti gli effetti il primo campionato di calcio italiano ufficiale. Come si può notare, non si trattò affatto di un campionato, ma il calcio al tempo non era ancora strutturato in maniera chiara e organizzata e per lo più non era nemmeno seguito dal grande pubblico. E’ comunque passato alla leggenda il Genoa, come prima vincitrice di sempre, e soprattutto come squadra in qualche modo “fondatrice” della massima competizione calcistica italiana.