Mattarella,trasformare dolore in impegno

51

(ANSA) – PERUGIA, 31 MAR – “Il dolore non passa mai ma saperlo trasformare in impegno e solidarietà per la vita è di grande richiamo e importanza”: lo ha detto a Perugia il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, durante la visita al residence del Comitato per la Vita Daniele Chianelli definendolo – in un intervento fuori protocollo – “un’eccellenza del nostro Paese”.
    Nel corso della sua visita, il presidente della Repubblica ha salutato uno ad uno i piccoli ospiti. Ha infatti incontrato al terzo piano alcuni malati impossibilitati a scendere per motivi di salute, prima di intrattenersi nella sala “Bomboniera”, al piano terra, con pazienti e familiari, personale sanitario dei reparti di onco-ematologia pediatrica e di ematologia-trapianto midollo, e con l’equipe multidisciplinare. Secondo quanto riferito dal presidente del Comitato, Franco Chianelli, incontrando i piccoli malati il presidente Mattarella ha dato la mano a tutti i bambini e ai loro familiari, visibilmente emozionati.
   

(ANSA) – PERUGIA, 31 MAR – “Il dolore non passa mai ma saperlo trasformare in impegno e solidarietà per la vita è di grande richiamo e importanza”: lo ha detto a Perugia il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, durante la visita al residence del Comitato per la Vita Daniele Chianelli definendolo – in un intervento fuori protocollo – “un’eccellenza del nostro Paese”.
    Nel corso della sua visita, il presidente della Repubblica ha salutato uno ad uno i piccoli ospiti. Ha infatti incontrato al terzo piano alcuni malati impossibilitati a scendere per motivi di salute, prima di intrattenersi nella sala “Bomboniera”, al piano terra, con pazienti e familiari, personale sanitario dei reparti di onco-ematologia pediatrica e di ematologia-trapianto midollo, e con l’equipe multidisciplinare. Secondo quanto riferito dal presidente del Comitato, Franco Chianelli, incontrando i piccoli malati il presidente Mattarella ha dato la mano a tutti i bambini e ai loro familiari, visibilmente emozionati.