Napoli, disoccupati all’opera per ripulire la scalinata di Montesanto

24

Decine di disoccupati napoletani sono all’opera da stamattina per ripulire la storica scalinata che collega il quartiere Montesanto alle strade collinari della città. “L’iniziativa – come spiegato in un comunicato del Movimento di Lotta e disoccupati 7 novembre – ha lo scopo di denunciare lo stato di degrado del sito sul quale – spiegano – si sono sprecati milioni di euro pubblici senza mai restituire ai cittadini l’agibilità e l’impianto di scale mobili allestito da più di sette anni”. I precari, armati di scope e rastrelli, hanno raccolto i rifiuti accumulati lungo i gradini e decine di siringhe abbandonate dai tossicodipendenti, “in pratica gli unici utilizzatori della scalinata”.
“Da tempo – si legge nella nota – chiediamo che le risorse economiche vengano utilizzate per progetti di pubblica utilità come il recupero e la riqualificazione delle periferie, delle aree verdi e dei siti storici abbandonati”.
L’azione dei disoccupati ha raccolto il plauso degli abitanti del quartiere che hanno sostenuto ed aiutato i precari durante le operazioni di pulizia.