Ospedale del Mare, primo intervento di Neurochirurgia

145

Sta bene il ragazzo di 25 anni, operato all’Ospedale del Mare, a Napoli, per un angioma cerebrale che aveva provocato diversi episodi di sanguinamento. Il ragazzo, nato a Vallo della Lucania e residente a Salerno, è stato sottoposto a un intervento di Neurochirurgia, il primo eseguito nel reparto del nosocomio partenopeo, guidato dal professore Giuseppe Catapano, direttore dell’Unità operativa di Neurochirurgia. Dopo uno studio neuroradiologico, il giovane è stato sottoposto a un delicato intervento di microchirurgia, durato circa 5 ore che ha permesso di rimuovere completamente la malformazione vascolare. Nelle ore successive è stato risvegliato dall’intervento senza alcun deficit e, dopo 12 ore in rianimazione, è stato riportato in reparto. Hanno contribuito alla riuscita dell’intervento una èquipe di medici di neurochirurgia, di rianimazione, neuroradiologia e sala operatoria. Hanno partecipato all’intervento Michele Villano Michele e Giovanni Iannaccone, Pio Zannetti, neodirettore della Unità Operativa di Anestesia e Rianimazione e Vincenzo D’Agostino neuroradiologo. “Esprimo viva soddisfazione per la riuscita dell’intervento, che dimostra, ancora una volta, che nell’Ospedale del Mare vi sono medici di grande professionalità – ha commentato Mario Forlenza, direttore generale della Asl Napoli 1 – e la mia scelta di individuare, all’esito di procedure concorsuali, come direttori delle unità operative Neurochirurgia e Anestesia e Rianimazione rispettivamente Giuseppe Catapano e Pio Zannetti è stata giusta e fatta sulla base di valutazioni più che positive che hanno ora riscontro oggettivo”, “Il prossimo obiettivo – ha affermato – sarà l’apertura del Pronto Soccorso, per la quale sono state avviate le procedure di assunzione di medici all’esito di concorsi di discipline importanti e di ulteriore personale infermieristico e di Oss”.