Scuola di governo del territorio, un corso gratuito per giovani campani sul trattamento dei rifiuti

139

La Scuola di Governo del Territorio, a cui aderiscono le Università della Campania e gli atenei di Pisa, Brescia, Roma Tor Vergata e Insubria, oltre al Cnr ed altre istituzioni, avanza una nuova proposta formativa di grande interesse per i giovani campani. Si tratta di un corso organizzato in collaborazione con il Consorzio Nazionale Imballaggi (Conai) e con il Consorzio Promos Ricerche, dedicato al tema del trattamento dei rifiuti in un’ottica di economia circolare. Il corso proposto dalla Scuola, la cui direzione scientifica è affidata all’economista Riccardo Realfonzo sin dalla sua fondazione, affronta un tema indubbiamente del massimo interesse in un territorio come la Campania, che sta provando ad uscire definitivamente dalle mille emergenze legate ai rifiuti.
Il corso si intitola “Green Jobs 2022: gestione dei rifiuti tra legge e tecnica” e rappresenta una importante opportunità per i giovani. Si tratta infatti un corso completamente gratuito, grazie al finanziamento del Conai, e che sarà tenuto da specialisti del settore. Il corso è dedicato a giovani under 35 residenti in Campania, laureati nei settori delle scienze biologiche, mediche e farmaceutiche, dell’ingegneria, dell’architettura, dell’economia, della giurisprudenza, delle scienze fisiche e chimiche, delle scienze agrarie, forestali e ambientali, della geologia. Il corso è aperto a ben 80 partecipanti e si terrà in modalità e-learning, in diretta e da remoto. Se aggiungiamo che il corso vanta il patrocinio del Ministero della Transizione Ecologica, è chiaro che si tratta di una nuova straordinaria possibilità meritoriamente offerta dalla Scuola di Governo del Territorio e dal Conai ai giovani.
“Lo sviluppo di competenze ampie e trasversali nel settore della green economy si sta rivelando sempre più importante”, commenta il presidente Conai Luca Ruini. “Gli obiettivi europei di riciclo diventeranno nei prossimi anni ancora più sfidanti, e il nostro Paese deve adeguare in tempi rapidi le sue infrastrutture impiantistiche: siamo convinti che sarà la formazione a permetterci di vincere le sfide sostenibili che ci aspettano, per passare davvero da un modello lineare a uno circolare. Anche per questo Conai considera parte fondamentale dei suoi compiti lo sviluppo di conoscenze interdisciplinari e di opportunità professionali nel settore della transizione ecologica e della gestione dei rifiuti”.
Dal canto loro, il Direttore scientifico della Scuola di Governo del Territorio, Riccardo Realfonzo, e la presidente del Consorzio Promos Ricerche, la professoressa Alessandra Storlazzi, hanno congiuntamente dichiarato che “una sempre più corretta gestione dei rifiuti e un sempre più intenso riciclo sono cruciali per lo sviluppo economico e sociale del territorio. Ciò è tanto più vero in una regione, come la Campania, che ha subito in passato un vero e proprio ‘assalto al territorio’ e in cui da alcuni anni si sta tenacemente, non senza difficoltà, voltando pagina. Riteniamo che sia cruciale la collaborazione tra il sistema universitario campano e il Conai, perché consente di formare le professionalità di cui abbiamo grande bisogno e offre un futuro a numerosi giovani”.
Le lezioni inizieranno lunedì 4 aprile e si chiuderanno venerdì 6 maggio. Ventiquattro moduli da 90 minuti, strutturati anche con la collaborazione di ReteAmbiente Formazione. I partecipanti che avranno seguito in diretta almeno il 75% complessivo dei relativi moduli saranno ammessi ad una prova finale, finalizzata al rilascio di un attestato di partecipazione. Per iscriversi c’è tempo fino a mercoledì 23 marzo.
Il Bando completo è disponibile sul sito del Consorzio Promos Ricerche, nella pagina dedicata alla formazione.