Usa, alla console Allegra Baistrocchi il premio ‘Spirit of Detroit’

54

Si è tenuto mercoledì sera a Detroit il nono evento in persona (dei dodici previsti) del mese di settembre al 1001 di Woodward Avenue, per l’iniziativa “LoveITDetroit” (www.loveitdetroit.com). L’iniziativa consiste in una serie di attività di promozione culturale strutturate nella forma di un “Festival dedicato alla creatività italiana” della durata di un mese, con un’installazione permanente di prodotti Made in Italy, una presenza parallela nel metaverso, e una serie di eventi (nel mondo fisico e nell’etere). Un’iniziativa, si legge in una nota, che da evento locale si propone come una piattaforma globale a cui connettersi da qualsiasi parte del mondo e con la quale il Consolato generale d’Italia si propone di raccontare la creatività italiana, declinata nelle tre dimensioni (economica, culturale e scientifica), sia in persona che attraverso la connettività nel metaverso.L’evento di mercoledì sera è stato dedicato ai temi dell”Education, Egineering’ e dell”Automotive’ ed era incentrato sulla presentazione dell’Università dell’Automobile dell’Emilia-Romagna, che vede le più famose aziende automobilistiche del mondo mettere le loro competenze e tecnologie innovative al servizio degli studenti che vogliono diventare i nuovi professionisti nel campo automobilistico. Tra gli argomenti discussi, il futuro dei veicoli stradali e da corsa, i sistemi di propulsione più sostenibili e i sottosistemi per funzioni intelligenti e impianti di produzione nel perseguimento dell’Industria 4.0.

L’amministratore delegato di Dallara USA, Stefano DePonti è stato uno dei relatori principali, insieme al professor Francesco Leali della Muner. Gli studenti e gli ospiti della serata hanno poi avuto la possibilità di partecipare a una dimostrazione di AR/VR, e di proseguire poi con delle opportunità di networking con i rappresentanti del settore. In mostra una bellissima Dallara EXP (una delle sole 5 in tutti gli Stati Uniti) e tre Ferrari. Tra gli ospiti presenti alla serata, Coleman Young II, membro del Consiglio comunale di Detroit, che ha consegnato alla console Allegra Baistrocchi il Premio “Spirit of Detroit” per i suoi successi, leadership e dedizione alla città di Detroit. “Sono onorata di aver ricevuto questo premio dopo un solo anno a Detroit. In poco tempo ho imparato ad amare questa città. Penso che sia vivace ma spesso trascurata. Voglio costruire legami ancora piu’ forti fra questa grande città e il mio Paese, perché c’è un incredibile potenziale non sfruttato con il quale possiamo realizzare nuove ed interessanti collaborazioni”, ha detto la console.”Voglio ringraziare personalmente il membro del Consiglio Young e la città di Detroit per questo riconoscimento e cercherò di contribuire ulteriormente al meglio delle mie capacità”, ha aggiunto. La console Baistrocchi nel ringraziare tutti per la partecipazione, ha concluso invitando tutti a partecipare anche nel metaverso: “Per quanto ne sappiamo, siamo la prima amministrazione pubblica al mondo ad avere un metaverso. Hope you Love it!”, ha concluso.