Bassolino dopo l’assoluzione: Che follia il fuoco amico contro di me

8
In foto Antonio Bassolino

“Sento un dovere di sincerità. La naturale soddisfazione per la nuova assoluzione si intreccia con una grande tristezza che da tempo mi porto dentro. Tanti silenzi in questi anni, a Napoli e a Roma. Eppure in diverse occasioni si poteva dire: fiducia nella giustizia e fiducia in Antonio Bassolino”. Così, in un post su Facebook, l’ex presidente della Regione Campania, Antonio Bassolino, assolto dal Tribunale di Napoli dall’accusa di peculato in relazione alla gestione dei fondi destinati al contrasto del dissesto idrogeologico della regione. “Quanta amarezza, in momenti delicati e difficili, e che follia autolesionista il fuoco amico contro di me. Ma ho sempre cercato di mantenere uno stile e un senso delle istituzioni, come mi hanno insegnato fin da ragazzo i miei maestri di politica e di vita: Berlinguer e Ingrao, semplici operai e lavoratori, mia madre e mio padre liberale che ora vado in cimitero a trovare e a salutare”, conclude Bassolino.