Canottaggio, la Reggia di Caserta ospida la sfida Oxford-Cambridge

58

La splendida cornice della Reggia di Caserta e’ pronta per ospitare la regata internazionale sprint di canottaggio “Reggia Challenge Cup 2017”, giunta quest’anno alla terza edizione, la piu’ importante. Il 23 settembre, infatti, nel cuore del palazzo reale piu’ famoso vogheranno i club piu’ prestigiosi al mondo, Oxford e Cambridge, per una nuova puntata dell’epica ed eterna sfida. Nessuno aveva osato tanto fin quando Davide Tizzano, due medaglie d’oro olimpiche al petto, ha maturato l’idea di portare la regata nella Fontana dei Delfini riscuotendo grande successo e il sostegno di partner autorevoli, tra cui in modo particolare la Fondazione Terzo Pilastro – Italia e Mediterraneo del professor Emmanuele Francesco Maria Emanuele. “La Fondazione Terzo Pilastro e’ particolarmente lieta di sostenere questo evento, che si preannuncia spettacolare per vari motivi – ha sottolineato il professor Emanuele nella conferenza stampa di presentazione dell’evento a Palazzo Sciarra, a Roma – In primis per la valenza agonistica della gara: i gloriosi equipaggi di Oxford e Cambridge, la cui sfida rimane nella memoria collettiva come l’evento storicamente piu’ significativo di questo sport, gareggeranno per la prima volta nella storia in uno sprint di 350 metri. Lo spettacolo e’ assicurato anche dalla location assolutamente fuori dal comune, il parco della Reggia di Caserta, luogo che tutto il mondo ci invidia. Infine, ma non da ultimo, questo evento ha un valore formativo ed etico particolare: coniugare la bellezza di una realta’ dal grande valore artistico, come la Reggia di Caserta, con un’attivita’ di istruzione che passa dallo sport e’ una grande idea. Il Meridione ha una potenzialita’ incredibile e merita il riscatto: questa iniziativa da’ un contributo importante”. Oxford vs. Cambridge a Corte, dunque, con l’aggiunta di otto equipaggi italiani dotati di campioni di ogni tempo in rappresentanza di Lombardia, Piemonte, Lazio (con in testa l’Aniene), Sicilia e Puglia. In gara ci saranno alcuni dei migliori vogatori all time e anche una barca con canottieri junior campani gia’ in rampa di lancio, battezzata ‘Gold Campania junior’. “Voglio ringraziare in modo particolare la Fondazione Terzo Pilastro che tanto ha contribuito al mondo dello sport italiano e continua a farlo – ha sottolineato il segretario generale del Coni Roberto Fabbricini – Portare la sfida tra Oxford e Cambridge, una tradizione del canottaggio, nella Reggia di Caserta e’ una grande cosa”. “Ringrazio il professor Emanuele per aver creduto in questo progetto, l’ha sentito suo fin dall’inizio – ha dichiarato il presidente della Federazione italiana canottaggio Giuseppe Abbagnale – Io vengo dal Sud e so quanto vale questa iniziativa: l’augurio e’ che, anche attraverso eventi come questo, tante nuove persone conoscano le nostre bellezze”. Alle gare del 23 settembre assisteranno anche il cardinale Crescenzio Sepe, il ministro dell’Istruzione Valeria Fedeli, che ha messo in palio il trofeo riservato agli studenti, e il presidente della giunta regionale della Campania Vincenzo De Luca.