Confindustria, Tremonti: L’Europa può avere prospettiva solo se punta su sicurezza e difesa comuni

25
in foto Giulio Tremonti

L’Europa “puo’ e deve avere una prospettiva” se riesce a dialogare con le persone e ad offrire loro cio’ che interessa di piu’, che in questo momento sono la sicurezza e la difesa comune. Lo ha dichiarato l’ex ministro dell’Economia e attuale presidente di Aspen Institute Italia, Giulio Tremonti, intervenendo oggi al 36mo Convegno dei giovani imprenditori in corso a Napoli. “Per quanto riguarda l’Europa, l’ipotesi di una non particolare rilevanza al momento appare piuttosto fondata. L’Europa ha vissuto fasi alterne, con uno straordinario ultimo periodo culminato con la scelta di emettere eurobond, ma la vedo oggi in termini critici, con una non particolare prospettiva politica. La vecchia Europa aveva un senso di unita’ e spirito comune, adesso non piu'”, ha osservato l’ex ministro, secondo il quale l’architettura politica europea basata sulla parte “segreta e non scritta” del trattato dell’Eliseo prevede un’Europa a trazione dell’asse franco-tedesco. In un tale contesto, ha proseguito Tremonti, l’Italia ha avuto un notevole ruolo e puo’ ancora averlo ma in un’ottica di “soft power”, ovvero solo se presenta idee e proposte. “Se l’Italia vuole contare deve avere una struttura politica, solida e organizzata in modo da stare dentro (l’Ue) con le le categorie della democrazia”, ha aggiunto.