Flixbus, più bus verso la Campania in vista dei ponti del 25 aprile e del 1° maggio

24

FlixBus potenzia l’offerta su strada in vista dei ponti del 25 aprile e del 1° maggio. Su diverse linee della società circolerà un maggior numero di autobus, per consentire a chiunque di scoprire nuove mete in modo ancora più flessibile o di ricongiungersi coi propri affetti con più facilità, con la possibilità di viaggiare anche di notte sulle tratte più lunghe. Soprattutto sulle tratte dirette a sud, dove per molte persone la disponibilità di corse notturne si offre come la soluzione ideale per ottimizzare i tempi, alcuni autobus sono già al completo. Proprio a fronte di questo incremento nella domanda, FlixBus ha prestato particolare attenzione alle direttrici che collegano le grandi città universitarie del nord e centro Italia con il Mezzogiorno. NAPOLI sarà raggiungibile da Roma più di 20 volte al giorno, da Firenze fino più di 10 volte al giorno, da Milano oltre 10, da Bologna fino a sette e da Torino fino a sei. Anche chi lavora o studia in città come Perugia, Siena, Modena, Parma o Padova potrà fare ritorno nel capoluogo senza bisogno di cambiare, in alcuni casi anche in notturna imbarcandosi la sera e arrivando in città la mattina. Potrà rientrare a casa con facilità anche chi deve raggiungere Pompei e la Penisola Sorrentina. Fra i collegamenti attivi con queste aree, si segnalano quelli in partenza da Roma, Milano e Bologna e diretti a Pompei, e quelli che permettono di raggiungere da Roma, senza alcun cambio, Castellammare di Stabia, Vico Equense, Piano di Sorrento, Meta, Sant’Agnello e Sorrento. “Vogliamo continuare a supportare la scoperta del nostro territorio e del suo patrimonio, garantendo un’offerta di qualità, per tutte le tasche e ancora più capillare”, ha affermato Andrea Incondi, Managing Director di FlixBus Italia. “Gli ultimi anni ci hanno ricordato il valore profondo delle relazioni umane. Vogliamo quindi fare la nostra parte perché chi vive lontano dalle persone care non debba rinunciare, per motivi economici o per mancanza di soluzioni di viaggio, a un abbraccio in più. Aumentando i km su strada, vogliamo contribuire a ridurre questa distanza”, ha aggiunto Incondi.