I lunghi giorni della Arctic Sea
Appunti di un reporter di guerra

27

Il 26th Art Amodio a Port’Alba ospita, domani giovedì 30 aprile 2015 alle ore 18, Micheal Sfaradi, giornalista e reporter di guerra della Tel Aviv Journalist Association che presenta il Il 26th Art Amodio a Port’Alba ospita, domani giovedì 30 aprile 2015 alle ore 18, Micheal Sfaradi, giornalista e reporter di guerra della Tel Aviv Journalist Association che presenta il suo libro “I lunghi giorni della Arctic Sea” (edizioni PS). Il romanzo prende spunto da una vicenda realmente accaduta nell’estate del 2009 durante la guerra di spie intorno al nucleare iraniano. Introduce Giuseppe Crimaldi, giornalista de Il Mattino. Con la partecipazione dello scrittore Maurizio de Giovanni. Evento organizzato grazie all’Associazione Italia-Israele di Napoli. Ingresso gratuito. Sfaradi è stato reporter di guerra durante l’operazione “Piombo fuso” sia tra i confini fra Israele e Gaza sia al seguito delle truppe israeliane, all’interno della Striscia non lontano dalle zone degli scontri a fuoco. Ha seguito inoltre la vicenda del Cargo Arctic Sea, ritrovato con le stive vuote a largo delle isole di Capo Verde, e dell’abbordaggio da parte delle forze speciali della marina israeliana del cargo Francop a largo di Cipro, commentando e unendo le due vicende come parti della stessa guerra di spie in atto intorno al nucleare iraniano. “L’amore per la narrativa, la lettura e lo scrivere, mi permettono di raccontare le esperienze di immensa gioia o profondo dolore tipiche del Medio Oriente e di Israele in particolare. Provare a farle conoscere è sempre stato per me una missione”, commenta Sfaradi.