Innovazione, gestire rifiuti industriali: un algoritmo monitora le emissioni di Co2

27

In un contesto normativo europeo sempre più orientato alla sostenibilità, Omnisyst, azienda partecipata in maggioranza da Algebris Green Transition Fund e leader nella gestione circolare dei rifiuti industriali, introduce il primo algoritmo certificato in Italia per la gestione carbon neutral dei rifiuti industriali. L’annuncio è stato fatto durante un evento digitale organizzato con Confindustria, che ha visto la partecipazione di leader imprenditoriali da tutto il territorio nazionale. “Con l’evoluzione delle normative europee, è imperativo per le aziende anticipare e adattarsi rapidamente – ha spiegato Chicco Testa, presidente del Consiglio di Amministrazione di Omnisyst – Il nuovo algoritmo rappresenta un passo significativo verso la realizzazione di una gestione dei rifiuti a ridotto impatto ambientale”. L’algoritmo di Omnisyst è stato progettato per considerare diverse variabili nella gestione dei rifiuti, correlando le diverse tipologie del rifiuto al loro impatto nei processi di smaltimento e trattamento. La tecnologia permette alle aziende di ridurre l’impatto ambientale e di rispettare le stringenti normative in vigore, come il Regolamento sulla normativa europea sul clima e la Corporate sustainability reporting directive (Csrd). Le normative europee impongono ai paesi membri dell’Ue e alle loro industrie di ridurre le emissioni nette di gas a effetto serra di almeno il 55% entro il 2030. ”L’introduzione dell’algoritmo è una risposta diretta a queste sfide, offrendo una soluzione che non solo soddisfa, ma anticipa le norme di sostenibilità futura”, ha aggiunto Testa.