Las Vegas, la fidanzata del killer: “Era gentile, non avrei mai immaginato”

27

Las Vegas, 5 ott. (AdnKronos) – Lo amava, lui era un uomo “gentile” e non avrebbe mai immaginato che stesse per succedere “qualcosa di orribile”. E’ quanto ha detto alla polizia Marilou Danley, la fidanzata di Stephen Paddock, l’autore del massacro di Las Vegas, rivelando tra l’altro di temere che lui volesse lasciarla. “Non mi aveva mai detto niente o non aveva mai fatto nulla per cui io potessi capire in qualche modo, che suonasse come un avvertimento che stava per succedere qualcosa di orribile”, ha fatto sapere la Danley in una dichiarazione che è stata letta dal suo avvocato, dopo essere stata interrogata dalla polizia.

Nel dirsi “devastata per le morti” provocate da Paddock, la donna ha assicurato che “coopererà pienamente con le indagini: farà tutto quello che posso per aiutare e alleviare le sofferenze”. Danley ha poi rivelato che, quando nei giorni scorsi è partita per le Filippine, suo Paese natale, con un biglietto comprato da lui a poco prezzo, temeva che lo avesse fatto perché voleva interrompere la relazione. Non solo: Paddock le aveva anche girato dei soldi, 100mila dollari, per permetterle di comprarsi là una casa per lei e la sua famiglia.

“Ero grata – ha detto la Danley a proposito dei 100mila dollari – ma onestamente ero preoccupata che fosse un modo per rompere con me”. La donna, rientrata ieri dalla Filippine, dove era arrivata il 25 settembre scorso, per essere interrogata dall’Fbi, ha poi ribadito: “Io lo amavo, speravo che avremmo avuto insieme un futuro tranquillo. Non mi è mai venuto in mente, in alcun modo, che stesse pianificando la violenza contro chiunque, un indicibile e orribile atto di violenza”.