Napoli, il presidente della Cei Bassetti e il cardinale Sepe a Capodimonte per raccontare la chiesa di Francesco

61

Prenderà il via mercoledì 16 ottobre, presso l’aula magna della sezione San Tommaso d’Aquino della Pontificia Facoltà Teologica dell’Italia Meridionale, a Napoli in viale Colli Aminei 2, il convegno dedicato a La sinodalità al tempo di Papa Francesco: tra tradizione ed evoluzione dogmatica, articolato in due sessioni e organizzato dalla stessa Facoltà Teologica con il contributo del Servizio nazionale per gli studi superiori di Teologia e di Scienze Religiose.
Nella prima giornata di studio, che avrà luogo lo stesso mercoledì 16 ottobre, a partire dalle ore 9.15, dopo i saluti del vice preside don Francesco Asti e l’introduzione ai lavori di Nicola Salato, sono previsti gli interventi di Alessandro Clemenzia (La sinodalità come espressione della koinonia trinitaria), Antonio Ascione (Sinodalità e “mistica della fraternità”), Nicola Salato (L’ecclesiologia in una visione sinodale) e Carmine Matarazzo (La sinodalità nell’insegnamento di Papa Francesco), ai quali seguiranno un momento di discussione generale e le conclusioni affidate a Edoardo Cibelli.
Nella seconda sessione, che avrà luogo giovedì 17 ottobre, a partire dalle ore 10.00, dopo i saluti del preside monsignor Gaetano Castello e l’introduzione ai lavori di Nicola Salato, sono previsti gli attesi interventi del cardinale Gualtiero Bassetti, presidente della Conferenza Episcopale Italiana (Sinodalità come principio ermeneutico della Chiesa italiana al tempo di Papa Francesco. Contenuti e prospettive), del cardinale Crescenzio Sepe, arcivescovo metropolita di Napoli (Esperienza di sinodalità nella Chiesa napoletana) e di Giuseppe Baturi, sottosegretario della Conferenza Episcopale Italiana (Questioni giuridico-pastorali della sinodalità nella Chiesa italiana), ai quali seguiranno le conclusioni affidate al vice preside donFrancesco Asti.
«Per la nostra Facoltà – ha dichiarato il vice preside don Francesco Asti – è un vero onore ospitare un convegno così importante, a cui partecipano numerosi vescovi dell’Italia Meridionale, teologi e vaticanisti. Sinodalità è una delle parole chiave di questo pontificato. Essa ci chiede di metterci in discussione, di aprire le nostre menti a orizzonti ampi e nuovi, ma che affondano le radici nella plurisecolare tradizione della Chiesa. La sinodalità è inoltre un tema di respiro ecumenico, che ci avvicina sempre più ai nostri fratelli d’Oriente».