Pizze vegetariane e vegane? No, semplicemente vegetali. Ciro Salvo apre al menu green

106
in foto le pizze di 50 Kalò

L’importanza di scegliere green. Nasce da qui la nuova sfida di Ciro Salvo di 50 Kalò, la pluripremiata pizzeria di Napoli e Londra: realizzare più pizze a base di vegetali, gustose e nutrienti.
Una nuova consapevolezza, un trend di consumo in costante crescita e la volontà di soddisfare e supportare le scelte e gli stili di vita di una fetta di pubblico sempre più grande, hanno portato il maestro dell’impasto a studiare il vasto patrimonio vegetale italiano per sfornare pizze green, sane, sostenibili e di gusto.
Non vegetariane, non vegane, bensì vegetali: questa la dicitura che preferisce utilizzare Ciro Salvo per le sue nuove pizze.

Uno studio attento della materia prima
Le pizze green di 50 Kalò nascono da uno studio attento della materia prima, rigorosamente fresca e sempre di stagione, proveniente per lo più da piccoli produttori locali, custodi preziosi di biodiversità. Ortaggi e verdure vengono quindi lavorati con attenzione, usati a crudo o comunque poco manipolati in cottura per mantenere integri sapori e valori nutrizionali. L’approccio è quello che da sempre caratterizza Ciro Salvo: puntare all’essenza di ogni ingrediente, alla semplicità e all’immediatezza, nessuna elaborazione gastronomica complessa, ma una materia prima di eccellenza capace di parlare da sola. Se all’inizio c’era solo la Marinara per i vegetariani più ortodossi, il menu pizze 2022 contempla una sezione green molto più ampia e varia con un ventaglio di ingredienti di eccellenza come il cavolo, i finocchi, i broccoli, le scarole cotte al vapore, la zucca. Si chiama Le mie pizze vegetali e presenta 7 pizze: in apertura ecco l’Ortolana invernale con zucca, broccoli, finocchi in padella e patate al forno con stracciata di bufala e olio extra vergine d’oliva DOP delle colline salernitane.

Cavolo…che pizza
Tra le novità la Cavolo… che pizza con cavolo saltato in padella leggermente piccante, pomodorini semi dry, olive caiazzane e provola. La pizza Scarole e papaccelle è un omaggio alla cucina tradizionale napoletana con Fior di latte di Agerola e Provolone del Monaco: scarola e papaccelle sono cucinate in padella con olive caiazzane e capperi di Salina, olio extra vergine d’oliva DOP delle colline salernitane aggiunto a crudo. La Pizza Zucca e Cardoncelli porta in tavola un gusto inconfondibile che coniuga la crema di zucca con i polposi funghi in abbinamento al fior di latte di Agerola, scaglie di provolone del Monaco DOP, olio evo DOP colline salernitane Diesis Torretta, un riuscito mix di sapori e consistenze uniche. E poi la pizza Funghi Pleurotus e Piennolo dove la mozzarella di bufala si sposa con i funghi saltati in padella insieme al sugo dei pomodorini del Piennolo, un tocco di basilico fresco e olio evo Itran’s Madonna Dell’Olivo.