Salerno, al via 59 cantieri e progetti pubblici per circa 1 mld

58

Per le idee già strutturate e la cui progettazione e’ ad un livello avanzato, i fondi ammontano a 430 milioni di euro; si va dal recupero del Polo fieristico annesso al centro agro-alimentare della zona industriale, all’ampliamento e al restauro del Giardino della Minerva, di cui il sindaco ha sottolineato “la presenza massiccia di turisti ad agosto”, agli interventi di recupero di Palazzo Guerra, sede del Comune, e di sistemazione degli impianti elettrici del teatro Verdi e del sovrastante Casino Sociale. Dalla Regione, infine, fondi per il sottopasso tra la stazione ferroviaria e la cittadella giudiziaria, il collegamento ferroviario tra l’universita’ di Salerno a Fisciano e il capoluogo salernitano, il viale di Porta Est e 60 milioni per Porta Ovest e il completamento della metropolitana leggera di Salerno fino all’aeroporto Costa d’Amalfi. Quest’ultimo, sottolinea De Luca, e’ all’attenzione del ministro dell’Economia per il via libera alla fusione con lo scalo di Napoli Capodichino sotto la gestione di Gesac. A margine dell’incontro, De Luca ha anche comunicato che saranno stabilizzati 130 lavoratori di Salerno Pulita, partecipata del Comune per la pulizia delle strade. Con questa mossa, l’auspicio del governatore è quello di “avere una citta’ pulita come uno specchio, considerati i 450 dipendenti della societa’”. De Luca a Salerno ha anche inaugurato un asilo nido in via Bottiglieri, la nona struttura di questo tipo sul territorio comunale. Pronto ad accogliere 60 piccoli alunni, l’asilo comunale dispone anche di un’app per smartphone per far si’ che i genitori possano essere in contatto con gli operatori per un controllo immediato e diretto dei figli.