Sicurezza di edifici e infrastrutture, 400 milioni ai piccoli Comuni

68

Via libera del ministero dell’Interno, esattamente nei termini previsti dalla legge di Bilancio 2019 (articolo 1, comma 107), al decreto che assegna 400 milioni di euro ai piccoli Comuni per realizzare già quest’anno investimenti per la messa in sicurezza di edifici e infrastrutture. Il decreto, come apprende Radiocor, è stato firmato oggi dal capo del Dipartimento Affari Interni e territoriali, prefetto Elisabetta Belgiorno, e prevede – come disciplinato dalla legge di Bilancio – l’assegnazione immediata delle risorse (competenza e cassa) ai Comuni con popolazione fino a 20mila abitanti. Il decreto contiene la lista dei Comuni con le risorse assegnate. Il comma 109 obbliga i comuni beneficiari del contributo a iniziare l’esecuzione dei lavori entro il 15 maggio prossimo. I contributi sono assegnati per investimenti per la messa in sicurezza di scuole, strade, edifici pubblici e patrimonio comunale. Non c’e’ stata nessuna selezione di progetti. I fondi sono stati assegnati – come previsto dalla legge – semplicemente in base alle dimensione dei Comuni: 1) 40mila euro a ciascun Comune con meno di 2.000 abitanti; 2) 50mila euro a ciascun Comune con popolazione tra 2.000 e 5.000 abitanti; 3) 70mila euro a ciascun Comune con popolazione tra 5.001 e 10.000 abitanti; 4) 100mila euro a ciascun Comune con popolazione tra 10.001 e 20.000 abitanti. Gli appalti potranno essere assegnati con procedura negoziata, senza bando, previo invito di tre imprese.