Trapianto del microbiota: via al progetto italo-francese che mette in rete Università e imprese

123

Una collaborazione italo-francese tra mondo accademico e industria farmaceutica, che nasce con l’obiettivo di approfondire l’innovativa tecnica del trapianto di microbiota intestinale, in particolare per la Malattia Renale Cronica: con queste premesse, è stata da poco avviata la fase 1 del progetto vincitore del bando nazionale Pon “Dottorati innovativi a caratterizzazione industriale”. Il progetto coinvolge la sezione Nefrologia, Dialisi e Trapianti del Dipartimento Deto dell’Università di Bari (diretta dal prof. Loreto Gesualdo), l’Università di Lione e l’azienda farmaceutica Farmalabor, e si concentra su tematiche sempre più presenti nella letteratura scientifica e sui media: l’importanza dell’intestino come “secondo cervello” e il rapporto tra microbiota e qualità della vita.