Under 35 del Sud, al via Giovani per il Sociale: contributi fino a 144mila euro

346

Il Dipartimento della Gioventù e del Servizio civile nazionale ha pubblicato, nell’ambito del Piano di Azione e Coesione, due avvisi per la realizzazione di attività di inclusione sociale rivolte ai giovani delle Regioni del sud: Calabria, Campania, Puglia, Sicilia e Basilicata.
Il primo avviso “Giovani per il sociale 2018” può contare su risorse per 9 milioni di euro, il secondo “Giovani per la valorizzazione dei beni pubblici” ha un budget di 5 milioni di euro.

Obiettivi
I due bandi hanno l’obiettivo di promuovere progetti del privato sociale per rafforzare la coesione sociale ed economica dei territori interessati e favorire la valorizzazione di beni demaniali ovvero patrimoniali, disponibili o non disponibili, di proprietà di una pubblica amministrazione, con l’intento di renderli fruibili alla collettività.
In particolare “Giovanin per il Sociale” punta a favorire la diffusione della cultura della legalità, dell’inclusione sociale, del rispetto dell’obbligo scolastico, dell’orientamento nel mercato del lavoro, ai fini del rafforzamento della coesione sociale nelle Regioni meno sviluppate: Calabria, Campania, Puglia, Sicilia, Basilicata.

Beneficiari
I progetti devono avere come beneficiari diretti giovani di età compresa tra i 14 ed i 35 anni.

Contributo
La richiesta di cofinanziamento pubblico per ciascun progetto presentato, a pena di esclusione, non può essere inferiore a 100mila euro non può in ogni caso superare l’importo massimo di euro 144mila euro. E’ fatto obbligo al soggetto proponente (singolo o, in caso di Ats, capofila e associati) di garantire un cofinanziamento pari ad almeno il 10% del costo totale del progetto, di cui almeno la metà deve essere garantito con risorse finanziarie proprie del soggetto proponente. Il cofinanziamento massimo concedibile dal Dipartimento non può essere superiore al 90% del costo complessivo.

Scadenze
Le domande di partecipazione possono essere presentate dal 15 gennaio 2018 e fino alle ore 18 del 15 febbraio 2018.