Universiadi, manca il numero legale: salta la riunione della commissione consiliare dedicata alla sicurezza

30

La commissione consiliare speciale Universiadi del Comune di Napoli convocata per affrontare il tema della sicurezza non si è svolta per mancanza del numero legale. Rammarico è stato espresso dal presidente, Vincenzo Moretto, che ha sottolineato: “Il Consiglio comunale ha votato l’istituzione di questa commissione ritenendo di dover avere una partecipazione diretta ma evidentemente qualcuno non lo ha capito”. Una prossima convocazione è già fissata per venerdì 21 dicembre. La riunione di oggi avrebbe dovuto discutere di sicurezza anche alla luce della riunione della cabina di regia che si è svolta ieri a Palazzo Santa Lucia. “In tema di sicurezza, l’amministrazione comunale ha designato da tempo – come ricordato da Moretto – un proprio delegato nella persona del capitano Frattini della Polizia municipale”. “Il capitano – ha affermato Moretto – forse non ha ben compreso il suo compito visto che per ben tre volte, tra cui oggi, è stato invitato ed è stato assente alle riunioni di questa commissione. Eppure – ha aggiunto – anche alla luce del periodo storico che viviamo con la minaccia del terrorismo dell’Isis, la questione della sicurezza è una priorità perché – ha proseguito – se da un lato le Universiadi sono per Napoli e la Campania una grande opportunità dall’altro possono attirare l’attenzione in senso negativo”. Secondo i numeri, le Universiadi porteranno sul territorio circa 8mila giovani atleti cui si aggiunge il personale della macchina organizzativa e i circa 4mila volontari che saranno reclutati con un bando. “Si muoverà un mondo – ha concluso Moretto – e l’evento avrà grande visibilità, motivo per cui la questione sicurezza è fondamentale”.