Aziende in digitale: ecco voucher tech

27

Alle micro imprese e alle pmi saranno concessi voucher di diecimila euro finalizzati alla digitalizzazione dei processi aziendali e all’ammodernamento tecnologico. La misura è prevista nel decreto attuativo dei Ministeri dello Alle micro imprese e alle pmi saranno concessi voucher di diecimila euro finalizzati alla digitalizzazione dei processi aziendali e all’ammodernamento tecnologico. La misura è prevista nel decreto attuativo dei Ministeri dello Sviluppo economico e dell’Economia e Finanze del 23 settembre 2014, emanato ai sensi dell’articolo 6 del decreto legge n. 145 del 2013 (il cosiddettoDestinazione Italia), convertito con modifiche dalla legge n. 9 del 21 febbraio 2014. L’intervento punta a incentivare l’acquisto di software, hardware o servizi che consentano: 1. il miglioramento dell’efficienza aziendale; 2. la modernizzazione dell’organizzazione del lavoro, in modo da favorire l’utilizzo di strumenti tecnologici e forme di flessibilità, tra cui il telelavoro; 3. lo sviluppo di soluzioni di e-commerce; 4. la connettività a banda larga e ultralarga; 5. il collegamento alla rete internet mediante la tecnologia satellitare, attraverso l’acquisto e l’attivazione di decoder e parabole nelle aree dove le condizioni geomorfologiche non consentano l’accesso a soluzioni adeguate attraverso le reti terrestri o laddove gli interventi infrastrutturali risultino scarsamente sostenibili economicamente o non realizzabili; 6. la formazione qualificata, nel campo Ict, del personale delle imprese beneficiarie. Servizi e soluzioni informatiche indicate dovranno essere acquisiti dopo l’assegnazione del voucher. Possono richiedere il voucher tecnologico le micro, piccole e medie imprese aventi sede legale o unità locale attiva sul territorio nazionale. I voucher sono concessi nella misura massima del 50 per cento del totale delle spese ammissibili. L’erogazione del contributo è effettuata dal Ministero in unica soluzione sulla base della documentazione di spesa presentata dall’impresa richiedente. Modalità e termini di presentazione delle domande saranno indicati in un successivo decretodirettoriale. Le domande dovranno in ogni caso essere presentate esclusivamente per via telematica, attraverso l’apposita procedura informatica resa disponibile sul sito Internet del Ministero (www.mise.gov.it). L’impresa richiedente non deve essere sottoposta a procedura concorsuale, non deve trovarsi in stato di fallimento, o di liquidazione (anche volontaria), né di amministrazione controllata, di concordato preventivo, o in qualsiasi altra situazione equivalente. Non è possibile richiedere il voucher a copertura di spese già effettuate mediante altri contributi pubblici. La dotazione finanziaria complessiva è di cento milioni di euro.