Cavallaro & Partners, intesa con l’Asl Napoli 1 per i crediti di un centro riabilitativo

120
In foto Gennaro Cavallaro

Oltre un milione e mezzo di euro recuperati grazie all’attivazione del giudizio di ottemperanza, strumento alternativo rispetto al più tradizionale pignoramento presso terzi. Così lo Studio Cavallaro & Partners S.p.A., una delle prime società per azioni tra avvocati in Italia e punto di riferimento da oltre 30 anni in materia di diritto sanitario e farmaceutico su tutto il territorio nazionale, ha ottenuto la liquidazione della somma vantata da un noto centro di riabilitazione napoletano nei confronti dell’Asl Napoli 1. Si è arrivati alla determina dei titoli delle prestazioni sanitarie, in corso di pubblicazione sull’albo pretorio dell’Asl Napoli 1 Centro, con un accordo extragiudiziale raggiunto a seguito del ricorso di ottemperanza proposto dallo studio legale Cavallaro dinanzi al Tar Campania sezione di Napoli. I crediti vantati dalla struttura sanitaria partenopea risalivano agli anni 2013/2014/2015. A incidere sul buon esito della controversia, l’attivazione di una procedura innovativa come il giudizio di ottemperanza, più efficace e con tempi più brevi, nei confronti dell’azienda sanitaria locale rispetto al recupero forzoso del credito attraverso l’uso dello strumento del pignoramento presso terzi, iter giudiziale ordinario più lungo e difficoltoso. “Recuperare i crediti verso le Pubbliche Amministrazioni è un diritto di ogni impresa. Nel settore sanitario, in particolare, questa problematica crea difficoltà di illiquidità alle imprese fornitrici di prodotti e servizi, con la conseguenza che le stesse devono far ricorso al mercato finanziario che incide notevolmente sull’intera organizzazione aziendale e su tutto l’indotto – sottolinea l’avvocato Gennaro Cavallaro – Questo accordo, ottenuto grazie all’attivazione del giudizio di ottemperanza anziché tramite le vie ordinarie, e quindi attraverso lo strumento del pignoramento presso terzi, può rappresentare un caso di riferimento nel settore, in grado di tracciare una nuova strada nei rapporti tra imprese e pubbliche amministrazioni”. “Il risultato ottenuto è il frutto della nostra visione del settore, improntata alla risoluzione stragiudiziale delle controversie – continua l’avvocato Cavallaro – a nostro avviso, questo è l’approccio migliore per garantire, in un settore delicato come quello sanitario, la soddisfazione delle parti dal punto di vista economico e delle tempistiche di risoluzione”. “Ci sentiamo di ringraziare l’Asl Napoli 1 Centro per la collaborazione e per aver colto le opportunità di risparmio, per il Sistema Sanitario Nazionale, legate all’innovativo procedimento del giudizio di ottemperanza” conclude l’avvocato.