“Celeste Ruiz non è Angela Celentano”: test Dna negativo

255

Roma, 12 mag. (AdnKronos) – Svolta nelle indagini su Angela Celentano, la bambina scomparsa sul monte Faito, in Campania, il 10 agosto del 1996, mentre era in gita con la famiglia. L’Interpol avrebbe rintracciato Celeste Ruiz, la ragazza messicana che, nel 2010, disse di essere Angela, di vivere ad Acapulco e di non voler essere cercata. Sottoposta al test del Dna, l’esito ha escluso che Celeste sia Angela. Lo ha dichiarato l’avvocato Daniele Ferrandino, legale della Famiglia Celentano a ‘Chi l’ha visto? 12.25′.

“La donna della foto non è Celeste Ruiz. E’ una psicologa messicana che vive in Francia, il nome non lo conosco – ha detto Ferrandino – Si tratta di un furto di identità, hanno utilizzato una sua foto senza che lei lo sapesse. La donna rintracciata dall’Interpol interrogata ha fatto il Dna a cui si è sottoposta spontaneamente. Il Dna non corrisponde a quello dei Celentano. Non è Angela la ragazza che è stata rintracciata. La donna, prima di ripartire, dopo l’incontro in Procura ha voluto incontrare i genitori della bambina sparita per spiegare che lei non c’entra niente”.

“Ora la pista messicana può considerarsi chiusa – ha concluso l’avvocato – Ma le indagini sulla scomparsa della piccola Celentano non si fermano. Anzi, confidando sulle nuove tecniche, e sulla determinazione degli inquirenti, sono riprese dal momento della sparizione, dal Monte Faito. Come se Angela fosse sparita adesso”.