Cinque manifestazioni per un’Europa Unita

62

È fittissima di appuntamenti l’agenda di eventi proposta e promossa dal Centro Europe Direct Napoli Benevento Avellino ospitato dal Centro di ricerca “Raffaele d’Ambrosio” (L.U.P.T.) dell’Ateneo federiciano.
Nella settimana che vedrà il 9 maggio il giorno della Festa dell’Europa – data scelta perché in quel giorno di maggio del 1950 ci fu, a Parigi, la famosissima Dichiarazione di Schuman – l’Antenna dell’UE sul territorio campano è in piena attività organizzando e partecipando ad eventi assieme ai suoi partner.
L’intento? Contribuire a portare ancora più Europa sul territorio di questa importantissima regione.
Si parte con il 10 maggio, in cui il Centro parteciperà a due eventi, in due scuole differenti del capoluogo campano. Ci sarà infatti la presentazione delle esperienze inerenti il progetto ASOC – A Scuola di Open Coesione, un progetto di monitoraggio civico che vede come protagonisti gli studenti di scuole superiore – da parte dei ragazzi della II A del “Liceo Eleonora Pimmentel Fonseca”, coordinati dalla prof.ssa Rosaria Di Transo, che sono stati affiancati dal Centro europeo nelle loro attività di comunicazione, promuovendone le azioni e fornendo informazioni sulla politica di coesione. Parallelamente, il Centro sarà anche al fianco di un funzionario della Commissione europea in occasione delle attività “Back to School” presso il “Liceo Antonio Genovesi” , iniziativa che permette ai funzionari della Commissione di tornare tra i banchi di scuola e di parlare con gli studenti delle carriere nelle istituzioni europee.
Anche il giorno seguente il Centro si “sdoppierà” in quanto sono previsti due altri eventi. Il primo si intitola “European Parliament Elections: why vote” ed è organizzato dal Centro in collaborazione con la sezione partenopea dell’AEGEE – Association des Etats Généraux des Etudiants de l’Europe / European Students’ Forum: è un momento di informazione, dibattito e workshop dedicato alle elezioni del Parlamento europeo ed alla cittadinanza attiva con un format interattivo. All’evento parteciperà una delegazione di circa quaranta studenti provenienti da tutta Europa e della classe del Liceo “Eleonora Pimmentel Fonseca di Napoli.
Parallelamente, il Centro sarà presente con un desk informativo all’evento “Una staffetta per l’Europa”, una giornata dedicata all’Europa ed ai giovani, all’arte, alla creatività ed al patrimonio culturale europeo come strumenti per giungere ad una reale identità europea e che vede un’attiva partecipazione di molte associazioni culturali, giovanili e studentesche che, con entusiasmo, animeranno Palazzo San Vittorino, a Benevento. Questa giornata ricade nelle attività FSE della Regione Campania in piena linea con l’attuale Anno europeo del Patrimonio culturale ed è organizzata dalla Regione Campania.
Sabato 12 maggio, invece, le attività del Centro Europeo si tingono del rosa del “Giro d’Italia” in quanto l’Antenna sarà presente all’ottava tappa: quest’anno, infatti, la Rappresentanza in Italia della Commissione europea, coinvolgendo la rete italiana dei Centri Europe Direct, partecipa a questa importante e significativa manifestazione con un camper colorato con i colori dell’UE per sensibilizzare i cittadini sulle politiche UE per l’ambiente, lo sport, la salute, la mobilità sostenibile e la sicurezza alimentare. Molto spesso, le tappe toccano territori dove importanti progetti sono finanziati da fondi UE, divenendo momenti utili per metterli in evidenza : basti pensare che, nell’ottava tappa, verranno toccati i territori del Grande Progetto Pompei, della Multimedia Valley di Giffoni e, ovviamente, dell’Abazia di Montevergine che hanno usufruito di finanziamenti UE.
“Sicuramente si tratta di uno sforzo organizzativo non indifferente” spiega Enrica Rapolla, direttore tecnico del Centro, che continua “Ci impegniamo ormai da oltre cinque anni nel portare in tutti i territori ed a tutte le fasce di età più Europa. Per questo, quest’anno abbiamo deciso di non focalizzarci su un singolo open day per il giorno 9 ma di ottimizzare le nostre risorse e di organizzare o sostenere e promuovere numerose attività sparse sul territorio campano. In questo modo possiamo parlare a più persone in diverse località, dalle più centrali a quelle un po’ più periferiche. L’anno europeo del patrimonio culturale così come i giovani e le elezioni del Parlamento europeo sono i principali argomenti di questa serie di eventi anche se, di base, proviamo a dare un volto sempre più “local” di Bruxelles, per tentare di scardinare, nel nostro piccolo ma con il nostro entusiasmo, un’immagine stereotipata dell’UE e di promuoverne una più dinamica e, soprattutto, più vicina. Per far ciò è importante fare rete e lavorare con i partner giusti, in primis con l’Assessorato regionale della dott.ssa Angioli con il quale abbiamo iniziato questa nuova avventura e che, sicuramente, è un forte valore aggiunto”.