Fca, dal 30 giugno a Pomigliano parte la cassa integrazione

164

Partirà il 30 giugno la cassa integrazione per riorganizzazione nello stabilimento Fca di Pomigliano e nel reparto logistico di Nola, che durerà fino al 10 settembre, in attesa del prossimo incontro al Ministero del Lavoro per la proroga di ulteriori 12mesi. La Cigs sostituirà i contratti di solidarietà attualmente in vigore nello stabilimento automobilistico, ed il cambio era già stato annunciato da Fca ai sindacati nelle scorse settimane. La variazione degli ammortizzatori sociali, è stata siglata oggi, nel corso di un incontro in Regione Campania, dalla direzione aziendale, e dalle organizzazioni sindacali. ”Alla luce della scadenza degli ammortizzatori sociali – ha spiegato il segretario generale della Fim di Napoli, Biagio Trapani – e alla presentazione del piano strategico di Fca del 1 giugno, riteniamo non più rinviabile che l’azienda faccia chiarezza sulle future produzioni per la fabbrica campana, e pertanto come Fim chiederemo dettagli più precisi, in sede ministeriale, rispetto all’investimento e al rientro definitivo di tutti i lavoratorì’. La cigs per riorganizzazione, ha sottolineato Trapani, elimina l’esubero temporaneo previsto dai contratti di solidarietà, circa 2500 tra Pomigliano e Nola sui 4622 lavoratori in organico, ma ”nulla cambia dal punto di vista economico per i lavoratori”.