Festa al Circolo Canottieri.100 anni di successi

69

Il Circolo Canottieri Napoli compie cento anni: un secolo che ha prodotto una grande storia di sport, di passione e di grandi successi. I Il Circolo Canottieri Napoli compie cento anni: un secolo che ha prodotto una grande storia di sport, di passione e di grandi successi. I festeggiamenti per questa storica ricorrenza dureranno a lungo. Sono in calendario infatti una serie di eventi e manifestazioni – il programma completo delle iniziative è stato presentato oggi – che culmineranno, il 1 luglio prossimo, giorno della fondazione avvenuta nel 1914, con una grande festa che prevede l’esibizione in piscina di 200 allievi della scuola nuoto diretta da Lello Avagnano, alla quale seguirà una cena e la premiazione di soci e di atleti. Ad intrattenere gli ospiti della serata, presentata da Veronica Mazza, interverranno Peppino Di Capri e l’Orchestra Italiana con Gianni Conte. Fino alla fine dell’anno, inoltre, sono in programma eventi sportivi (Coppa Lysistrata di canottaggio, staffetta di nuoto, Coppa Davis con ex giocatori di tennis, campionato italiano di regolarità di motonautica, coppa Buonaiuto di canottaggio, gare di fondo di nuoto, fra le quali la Capri- Napoli), la nona edizione delle “Olimpiadi giallorosse” (in cui i soci del circolo sfidano in partite di tennis, calcetto e pallanuoto le formazioni dei giornalisti napoletani), ed ancora una serie di eventi sociali, inaugurati 10 giorni fa con la riunione del consiglio nazionale degli Ussi e che proseguiranno con iniziative di enogastronomia e di musica. “Abbiamo avviato – ha spiegato il presidente della Canottieri, Edoardo Sabbatinouna serie di progetti che hanno al centro i nostri giovani ed è con loro che dovremo realizzare la nostra missione. Nei quasi due anni di mio mandato abbiamo avuto l’adesione di nuovi 165 soci e questo significa che il nostro progetto, i nostri programmi sono usciti fuori dal Circolo e hanno investito la città, che ha risposto in pieno. Ci avviamo a cominciare un nuovo centenario con uno slancio impetuoso per dare una scossa la città con forza, orgoglio e dedizione. Abbiamo un dovere nei confronti della città e chi come me ha la fortuna di essere presidente del centenario deve dare per forza tutto se stesso per raggiungere questi ambiziosi obiettivi”. ”Nell’arco di questi 100 anni – ha detto il delegato allo Sport della Regione Campania, Luciano Schifoneil Circolo canottieri Napoli ha sempre curato e cresciuto i propri allievi in un’atmosfera positiva e gioiosa, tenendo ben presenti i valori dello sport ed ottenendo i suoi successi attraverso la formazione di grandi campioni”. Monia Aliberti, assessore all’Immagine del Comune di Napoli ha invece rilevato come il Circolo canottieri sia “un punto di riferimento per la città e per i cittadini ed è motivo d’orgoglio per Napoli, non soltanto per la promozione dello sport ma sempre più anche perché è diventato un luogo di riferimento culturale”. “La nostra linea – è il giudizio del vicepresidente sportivo del Circolo, Davide Tizzanoè stata sempre quella di allevare i giovani e di vincere con i ragazzi del vivaio e le medaglie olimpiche conquistate dalla Canottieri testimoniano proprio questo. Da noi non ci sono barriere sociali, le nostre scuole di sport sono aperte a tutti”. Il vicepresidente amministrativo del Circolo Canottieri Napoli, Vittorio Lemmo, ha messo dal canto suo l’accento su una storia, quella di Circolo, fatta di “straordinarie vittorie costruite attraverso passione, amore e dedizione senza risparmio, profusi da tutti coloro i quali sono appartenuti a questo sodalizio”. Sergio Roncelli, delegato Coni di Napoli, ha evidenziato infine come la vita della Canottieri Napoli vada di pari passo con quella del Coni. “Entrambi – ha detto – hanno 100 anni di vita e speriamo che possano continuare lo stesso percorso di successi per un altrettanto lungo periodo di tempo”.