Fisco, nel 2019 circa 1.600 casi di evasione internazionale

72

“Nel 2019 abbiamo registrato 1.600 casi di evasione fiscale internazionale e siamo riusciti a recuperare 37 miliardi di euro di base imponibile. Numeri importanti che ci spingono a puntare ancora di più sulla formazione del nostro personale nelle nuove tecnologie e sulle banche dati specifiche di questo settore. Altro obiettivo è quello di potenziare la collaborazione con l’Agenzia delle Entrate e con le autorità giudiziarie in modo da coordinare e finalizzare ancora più efficacemente la nostra azione di controllo”. Lo ha detto il generale Virgilio Pomponi, comandante regionale della Guardia di Finanza in Campania, secondo quanto riporta un nota nel corso della presentazione della XIX edizione di “Spring in Naples” il simposio sulla fiscalità internazionale organizzato dall’Ordine dei dottori commercialisti e degli esperti contabili di Napoli e dalla Fondazione Odcec Napoli. “Ribadisco l’importanza dell’attività di contrasto all’evasione fiscale internazionale – ha proseguito il Comandante Pomponi – fenomeno che in termini di Pil assume proporzioni sempre più rilevanti. Dobbiamo mantenere alta la guardia sui nuovi comportamenti illeciti scaturiti dall’emergenza economica legata al coronavirus, in particolare quelli posti in essere dalla criminalità organizzata che tenta di inquinare il tessuto imprenditoriale approfittando della crisi di liquidità”.