L’astronauta Luca Parmitano padrino “virtuale” dell’hackaton #SpaceApps2016 a Napoli

41

Luca Parmitano, astronauta italiano dell’Esa, sarà il “padrino” virtuale dell`International Space Apps Challenge di Napoli.
Giovedì 21 aprile, Parmitano sarà collegato via Skype con l’Università Federico II di Napoli – dove alle 10.30 si terrà la conferenza di presentazione dell’evento – e risponderà alle domande di giornalisti e studenti.

Lo #SpaceApps2016 è il più grande hackathon a livello mondiale, con migliaia di partecipanti in tutti i continenti. Dal 23 al 24 aprile, informatici e programmatori,insieme con appassionati di Spazio, scienziati, designer, artisti, educatori, imprenditori, studenti collaboreranno per 48 ore, con l’obiettivo di produrre soluzioni innovative a sfide globali per la vita sulla Terra e nello Spazio, basandosi su un approccio di problem solving collaborativo e open-source.
Napoli farà parte del network globale di città che ospiteranno l’evento promosso dalla Nasa per il secondo anno consecutivo. A livello locale l`International Space Apps Challenge è co-organizzato dal Consolato Generale americano per il Sud Italia insieme all’Istituto per il Rilevamento Elettromagnetico dell’Ambiente (Irea-Cnr) e il Dipartimento di Ingegneria Industriale dell’Università di Napoli Federico II (DII).
Il weekend dedicato a #SpaceApps si terrà presso l’Università degli Studi di Napoli Federico II, Scuola Politecnica e delle Scienze di Base, Via Nuova Agnano, 11. Si partirà alle 8 di sabato con la registrazione dei partecipanti, la presentazione delle sfide e la formazione dei team di lavoro. Gli iscritti potranno lavorare ai loro progetti fino alle 19 di domenica.

Al termine sarà selezionato il team vincitore locale di Space Apps Challenge 2016 Napoli: tra tutti i vincitori locali, la Nasa sceglierà i vincitori in ciascuna delle categorie in gara.
Inoltre, quest’anno ci saranno due premi speciali messi in palio dal Consolato degli Stati Uniti per il Sud Italia. Le categorie previste per Space Apps Challenge 2016 sono sei: Technology, Aeronautics, Space Station, Solar System, Earth, Journey to Mars.
Ogni categoria racchiude al suo interno le più importanti “sfide” selezionate dalla Nasa.
Luca Parmitano, dal 28 maggio all’11 novembre 2013 è stato protagonista di “Volare”, la prima missione di lunga durata dell’Agenzia Spaziale italiana (Asi) ed è stato il primo astronauta italiano a compiere 2 “passeggiate spaziali”.

LEGGI I DETTAGLI DELL’HACKATON