Luci della ribalta, domani il via al festival: a Padula arriva Gazzè

70
Un concerto rock, domani, alle ore 21, darà il via ufficiale alla ventesima edizione del festival “Luci della Ribalta” a Padula. A salire sul palco allestito nel parco della Certosa sarà Max Gazzè affiancato da ben sette elementi, tutti collaboratori storici, musicisti che co lui hanno condiviso le avventure musicali sperimentali ma anche i maggiori successi popolari: alle chitarre Giorgio Baldi e Francesco De Nigris, Dedo alla chitarra acustica e trombone, Cristiano Micalizzi alla batteria e Clemente Ferrari alle tastiere, a loro si aggiunge Arnaldo Vacca alle percussioni (musicista in “Alchemaya”) oltre allo stesso Max al basso. Con loro e con il suo pubblico Max troverà una nuova chiave in cui accordare i suoi strumenti, gli strumenti espressivi e quelli musicali, un nuovo colore con cui tingere le sue canzoni. Ingresso 12 euro (con diritti di prevendita).
Romano di nascita, europeo di adozione, Max Gazzè adolescente si trasferisce in Belgio, dove frequenta la Scuola europea, si dedica al basso elettrico e si esibisce con diversi gruppi nei locali di Bruxelles. Per cinque anni è bassista, arrangiatore e coautore dei “4 Play 4”, formazione inglese di Northern Soul. Con il gruppo si trasferisce, poi, nel Sud della Francia, dove lavora anche come produttore artistico per la casa di produzione americana “D.P.I” (Darius production inc.). Rientrato a Roma nel 1992, si dedica alla sperimentazione nel suo studio di registrazione, mentre compone colonne sonore ed inizia a collaborare con artisti come Alex Britti, Niccolò Fabi e Daniele Silvestri.
Martedì (29 agosto), sempre alla Certosa di Padula, si cambierà registro ed a salire sul palco sarà il chitarrista Angelo Loia, uno dei più importanti interpreti etno pop della musica cilentana, che con il Progetto Oìza proporrà al pubblico della Certosa un repertorio in grado di coniugare la tradizione del territorio alla canzone d’autore. I brani del concerto sono contenuti nei Cd Aria re viento re terra (2006), So’ nato a lo Ciliento…e me ne vanto (2007) realizzati da Angelo Loia, ideatore e promotore di Progetto Oìza. Ingresso libero.