Perché le azioni Tesla sono ancora un buon investimento a lungo termine

273

Le variazioni valoriali delle azioni di Tesla (NASDAQ: TSLA), colosso dell’industria dei veicoli elettrici, sono stati delle vere e proprie montagne russe negli ultimi anni, con fluttuazioni che in media si sono aggirate intorno al 70% dal 2012 a oggi. Giusto per dare un’idea, durante lo stesso periodo l’indice S&P 500 ha registrato variazioni percentuali del 13%, circa 5 volte in meno rispetto a Tesla.

Nulla di sorprendente però, visto il ruolo ricoperto da Tesla, leader assoluto di un mercato nascente come quello dei veicoli elettrici (EV) e quindi ricco di potenziale ma anche circondato da tanta incertezza. La brutta notizia è che quindi, vista la relativa giovinezza di questo mercato, gli alti e bassi continueranno ancora per un po’. La buona notizia, invece, è che nel lungo termine il valore delle azioni TSLA crescerà. Esponenzialmente.

La sua crescita non sta rallentando

Negli ultimi tempi si è speculato tanto su un presunto rallentamento di Tesla, ma la realtà è che questa crescita si è tutt’altro che arenata. Il mercato EV ha subito uno stop momentaneo, dovuto a una naturale transizione da mercato mosso da incentivi fiscali a mercato mosso dalla domanda dei consumatori. Domanda che è in crescita costante e che porterà questo periodo transitorio ad esaurirsi.

Per quanto riguarda le azioni Tesla nello specifico, sono addirittura cresciute durante questo rallentamento. Nell’ultimo anno, le sue quote sono infatti passate dal 50 al 60% nel mercato EV statunitense, e dal 12 al 14% nel mercato EV globale.

I margini di Tesla non devono preoccupare

A destare qualche perplessità negli investitori sono stati i margini lordi di Tesla, che non sono cresciuti quanto la compagnia si aspettava. Inoltre, dopo una crescita nei profitti nel 2018, Tesla è tornata a perdere soldi nel 2019.

Queste preoccupazioni sono però poco giustificate. Il margine lordo di Tesla è di circa il 20%, perfettamente in media con quello delle altre compagnia automobilistiche. Nel lungo termine i costi operativi dovrebbero assestarsi attorno al 10%, anch’essa una quota standard per il mercato automobilistico. Anzi, vista la quasi totale mancanza di investimenti nel settore della pubblicità, a differenza delle altre case automobilistiche, i costi operativi potrebbero abbassarsi ancora e permettere al margine lordo di Tesla di raggiungere il 25%. Dovesse accadere, i margini operativi potrebbero arrivare al 15%, che si tradurrebbe in profitti di miliardi di dollari.

Le azioni TSLA potrebbero raggiungere i $700 nel lungo termine

Le vendite di auto crescono in maniera costante dell’1%-3% ogni anno. Nel tempo, grazie all’aumento degli acquisti e alle nuove legislazioni, il mercato EV potrebbe rappresentare circa 20 degli 80 milioni totali del mercato globale dei veicoli.

Nel 2018 Tesla ha venduto circa 250000 veicoli, ovvero il 12% del mercato EV globale. Nei prossimi anni la quota di mercato è destinata ad abbassarsi a causa della crescente competizione, ma questo declino verrà in qualche modo tamponato dall’introduzione di nuovi modelli di veicoli da parte di Tesla.

Entro il 2030, la quota di mercato di Tesla potrebbe davvero raggiungere il 7.5, ovvero 1.5 milioni di veicoli all’interno di un mercato globale da 20 milioni di veicoli venduti. Ipotizzando un prezzo di circa $50000 per veicolo, questo si tradurrebbe in entrate da circa 75 miliardi di dollari entro il 2030.

Ipotizzando un margine operativo del 15%, l’utile operativo sarebbe di 11.25 miliardi di dollari. Dopo aver preso in considerazione interessi, tasse e conteggio del numero delle azioni (plausibilmente più alto di adesso), questo potrebbe tradursi in un guadagno per azione di $42 entro il 2030. Basandosi su un rapporto prezzo-utili multiplo di 16, in media con il mercato, i $42 di utile si tradurrebbero in un obiettivo di prezzo delle azioni TSLA di $670 nel 2029.

Il punto sulle azioni TSLA

Le azioni TSLA hanno subito molte variazioni negli ultimi anni e sono circondate da un’aura di incertezza. Ciononostante, questa incertezza è destinata a finire vista la futura crescita del mercato EV e del ruolo importantissimo che Tesla ricoprirà all’interno di esso.

Al di là dei dubbi momentanei, investire sulle azioni TSLA rimane una scelta solida nel lungo termine.